Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

« Iè ma capisci, ça va créer des emplois »

Quessa a frasa, l'avete tutti intesa. Vole dì chì i fatalisti ch'è no semu, semu pronti à accettà n'importa in cambiu di a creazione d'impieghi. Cumu sì a preservazione di l'identità, di l'ambiu, di l'agricultura, ùn pudianu andà cù a creazione di ricchezza. È voi, sin'à induve site pronti à andà in nome di u "sviluppu" ?



In Prupià dinù, "on va créer des emplois" (ritrattu U Levante)
In Prupià dinù, "on va créer des emplois" (ritrattu U Levante)
Duveriamu forse interrugacci appena di più nant'à u mudellu di sviluppu ch'è no vulemu per u nostru paese. "Ca va créer des emplois" hè a frasa tìppica per ghjustificà tuttu è n'importa chè. Ma s'è no mettessimu dinù l'ambiu, a cultura, l'identità, l'educazione, a qualità di vita à u core di e nostre preocupazione ?

Qualchì esempiu ?

- E centrale à u fiul pisivu... sò assai impieghi forse, ma ci facenu respirà un velenacciu. L'impieghi contr'à u càncaru ?
- A custruttibilità di e terre... U cimentu si manghja i terreni agrìculi. Crescenu case, casali, casoni è centri cummerciali, è a Corsica cuntinuveghja d'ùn pruduce nunda è impurtemu tuttu. Sempre di più dipendenti da i muvimenti fresteri.
- Sempre di più turisti... ma per mette induve ? Face quarant'anni ch'ellu si sente di "rallonger la saison", è quarant'anni ch'è no ùn ci la femu. Di più in più turisti, ma tutti à tempu. Risultatu : marine saturate, ingorghi, infrastrutture chì mancanu. Ùn parlemu mancu di e grande stazioni d'epurazione ch'è no paghemu noi è chì sò fatte pè suppurtà i turisti quindeci ghjorni l'estate.
- Sempre di più mondu... nant'à e strade, in i rifugi di muntagna, nant'à u mare... allora chì l'infrastrutture ci mancanu è chì i siti naturali (laghi di muntagna è bor di mare) sò dilicati è vedenu ghjunghje troppu mondu.
- Custruisce sempre di più... à u rìsicu dinù d'arruvinà u paisaghju per sempre. A Corsica diventa goffa è s'assumiglia à n'importa chì zona cummerciale di Salon de Provence o di u periurbanu d'Ile de France. Cun trent'anni di ritardu. In Portivechju sò culline chì sò state rasate è tuttu u mondu trova quessa normale.

Forse "ça va créer des emploi" hè ancu statu l'argumentu di quelli chì anu fattu l'usina di tigliu di Cànari. È siguramente quellu chì anu fattu à Tchernobyl.

Ma ùn vale a pena d'andà cusì luntanu. Pigliemu u prugettu cumplettamente sprupusitatu di zona cummerciale chì si face in Sarrula Carcupinu. In u sugettu di Corsica Sera hè esattamente ciò chì un omu dice.

L'argumentu massicciu hè lampatu.

Trippa per i picculi cummerci, trippa per a morte di a cità, trippa per l'hypercunsumazione ("des logements seront créés pour alimenter le centre commercial..." pare esse un scenariu d'un filmu angusciosu), trippa s'ellu s'arruvina u paisaghju (digià più ch'è toccu), trippa per l'ambiu, per s'ellu si face nisuna piazza à a cultura è à l'identità corsa, trippa s'ellu ùn si pensa à nunda per i trasporti (evviva a dipendenza à a vittura), a cunsumazione hè à u core di tuttu.

L'uniformizazione di i paisaghji è di i modi di campà. L'abitanti di sti lochi novi seranu felici di campà sott'à u sole di Corsica senza avè l'impressione di campà in Corsica.

Avà camperete in Corsica cum'è in n'importa chì lucacciu cummerciale di banlieue francese. Un vechju sonniu di certi.

Ma postu chì "ça va créer des emplois"...

L'argumentu massiccu hè statu lampatu in Corsica Sera da un'abitante di a "cità nova" in Sarrula Carcupinu : "ça va créer des emplois".

À chì prezzu ?

« Iè ma capisci, ça va créer des emplois »

In tantu in Portivechju, si rasanu e culline, è tuttu u mondu trova quessa normale.


Furiani ? Mezavia ? Portivechju ? Salon de Provence ? Marne la Vallée ? Ùn sapete mancu più...

« Iè ma capisci, ça va créer des emplois »

« Iè ma capisci, ça va créer des emplois »

u 23 di Sittembre 2014



1.mandatu da anto u 24/09/2014 05:59
Chi a dettu ch'ellu vulia travaglia.....?

2.mandatu da Ghjuvanluca u 24/09/2014 09:22
U sviluppu duveria esse sustenibili.Facendu Custì à Corsica perderia identità, ma sopra à tottu à soia ricchezza:l'ambienti,a natura....unica speranza pà u futuru.Un ci serà più sferenze tra ella e altri lochi.Dunque dopu, sfruttata e consumata da u cementu ,serà abbandunata da ì soi carnefici.
Attenzione u veru bisness di u futuru sò le risorse di l'ambiente...i suoi frutti. Prima di l'indipendenza pulitica ci è quella ecunomica.

3.mandatu da JR u 24/09/2014 11:47
Eccu, he detta "sviluppu sustenibile" o "sviluppu durèvule", o "sviluppu andà" , chjamate cume u vulete

ma in Corsica simu sempre in un sviluppu "à l'usu années 80" : parkings, grands ensembles, supermarchés, casamenti chi ùn piglianu micca in contu l'ecologia, vittura omnipresente......

tuttu cio chi ùn hà micca marchjatu in altro 30 anni fà, a femu noi avà.


4.mandatu da anziani u 24/09/2014 11:56
quessi so i discorsi di a CGT e di i cummunisti.

"ça va créer des emplois" = centrales au fioul lourd, SNCM, port de la Carbonite...

si vede u risultatu di sta pulitica chi arruvina l'ambiu e a sucetà corsa

5.mandatu da cazzu marinu u 24/09/2014 12:22
Ci cridimu in Doha o in Abu-Dahbi

Ci piaci di più à sfigurà i nosci lochi ch'hà custruisci casamenti chi daranni loghji à l'isulani.

Tutti i stragneri duvintarani veri corsi e i corsi duvintarani stragneri. Eccu a seguita di a noscia storia. Oghji semu in u tempu di a Corsica vargugnosa.

Ch'edda ghjunghji a fini di u mondu, e prestu.

6.mandatu da Michele u 24/09/2014 18:48
Per favore, non fate distruggere la corsica....dipende da voi, dai còrsi, anche se so che quelli veri sono sempre meno....questa estate ho visitato quasi tutta la corsica e, da italiano, ho la speranza che un giorno sia libera e padrona del proprio destino, che parli la sua lingua che è anche la mia. Siamo tutti sulla stessa barca perchè questa è la colonizzazione delle multinazionali che si vogliono mangiare corsica, sardegna, italia, europa..tutto.
forza còrsi non mollate!

p.s. qualcuno mi spiega come si legge "ghjunghji"? con la G italiana (come gelato) o con la GH di ghianda?

7.mandatu da sardu u 24/09/2014 19:47
un si micca filo-auropeanu...un ti crede micca chi l' auropa ci pensi...si un ci pensa l' italia a noi sardi,ci pensa l' auropa...figurati al nostro paese, siamo noi l' europa!!!! ITALIA;FRANCIA;GERMANIA, malta sanmarino,monaco e così via...

8.mandatu da Michele u 24/09/2014 20:37
Sardu, io sono per l'europa dei popoli e delle nazioni, non per l'europa di merda di bruxelles!! oggi gli stati come l'italia e la francia sono solo dei camerieri della finanza, ecco perchè, anche se da italiano mi piacerebbe che un giorno la corsica tornasse alla sua patria, credo che la cosa da volere sia l'indipendenza

9.mandatu da capicursina u 24/09/2014 20:58
Dapoi i tempi i più landani, a Corsica hè stata ricca di e so pruduzzione agricule ( oliu, mele, biade, castagne, vinu, frutta...) , è tantu ricca chi ancu Genuva - ch'ùn ci tenia tantu caru- ùn vulia cappià sta terra chi a nutria.

Ma oghje, u solu penseru di sti cari eletti ghjè di creà impieghi artificiali nè a cunsumazione o u turismu.

Invece di piantà i pomi si piantanu i parpaings.

U tuttu cummerciu, u tuttu turisimu ci tomba à addiu l'indipendenza, ùn pudemu mancu manghjà un pomu corsu

Serebbe ora di pensà a pruduce è micca buttunà

Tutte e terre e più ricche di e piaghje so cuperte di custruzzione

I nostri antichi eranu più astuti chè noi:
In muntagna ci fecianu e so case, in piaghja cultivavanu

oghje a muntagna si more è e piaghje so diserti di bettonu

10.mandatu da casgiu merzu u 24/09/2014 21:31
L'impieghi si ponu creà ancu andendu à zappà

11.mandatu da senzabarba u 24/09/2014 21:47
à michele, nè ge nè ghi ma piuttosto un po come "rimedio, assedio" ma con la d meno staccata : "diundji" sarebbe più vicino

12.mandatu da Michele u 24/09/2014 21:57
grazie

13.mandatu da Michele u 24/09/2014 21:59
L'impieghi si ponu creà ancu andendu à zappà
BRAVO
MA QUANDO LO CAPIRANNO GLIA ALTRI, SARA' TROPPO TARDI...

14.mandatu da cignale u 24/09/2014 22:33
brava capicursina.
+ 1000 !

e terre agricule diventanu case goffe, centri cummerciali, golfs, campings...

quessa un ghjornu l'emu da pacà

15.mandatu da sardu u 24/09/2014 22:55
si michele hai ragione... l' europa deve rimanere così come è. solo in un futuro lontano ne potremo parlare di "europa", non esiste difatti una nazione europea, mai più un impero "ROMANO"e la corsica,meglio indipendente,viva l'europa dalle cento bandiere...grazie per la risposta e un saluto=)

Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook


L'articuli

Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta