Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

A fine di u populu corsu pè 2050 ?

Aborìgeni, Inuit, Mapuche, Indiani... è à mumenti i Corsi feranu parte di populi smariti ?



A fine di u populu corsu pè 2050 ?
In America Latina, si spènghjenu pocu à pocu i populi indiani. L’ultimi locutori d’antiche lingue di e vechje tribù smariscenu in l’indifferenza generale. Appena cum’è in Corsica ?

Un articulu esciutu in u Courrier International era intitulatu «Certains peuples ne comptent plus qu’un seul membre». Una ONG, Survival International s’occupa di i populi indìgeni minacciati di sparizione.

Forse serà cuntattata un ghjornu per vene ind’è noi ?

L’UNESCO ella hà ricensatu 2500 lingue (nant’à 6000 parlate oghje) cum’è essendu in perìculu. A lingua corsa ne face parte.

Cun 4000 persone chì ghjunghjenu à l’annu, cù una lingua chì ùn hè più trasmessa da quelli chì sanu, a sucetà cambia à un rìtimu spaventosu è a famosa «mascina à fabricà i Corsi» hè in panna.

D’appressu à e previsioni di i più pessimisti, a creazione di «l’amicale di i Corsi di Corsica» saria per u 2020.
In 2030 a lingua corsa serà classificata cum’è «option langues mortes» da u ministeriu di l’Educazione Naziunale è in 2040 a prima riserva indiana di Corsi serà creata in Boziu.

A fine di u populu corsu pè 2050 ?

u 25 d'Utrovi 2009
U Sgaiuffu


Da u più recente à u più anzianu | Da u più anzianu à u più recente

56.mandatu da J G u 15/01/2011 10:27

Ma perchè chi tutti sti ghjunghjdici trovanu a fà bé in corsica e chi noi ci ne andemmu altro per fà megliu ? ? ?

55.mandatu da J G u 14/01/2011 19:44
O zitelli ! a lingua corsa si parla di piu in piu ma a prununzazione e un scupientu !
per esempiu fala e fallla un he a listessa parulla ne si prununzia liistessu .state assente parlà l'anziani e micca l'ansiani e un vi intestate micca a parla u corsu in cu l'accentu pinzutu chi marca troppu male

54.mandatu da giulio u 08/05/2010 01:04
...... sono sempre io, scusate, avete tutti ragione, ma se non vi sostiene la Francia, che fate? come la Grecia? o il sud Italia? d'accordo l'orgoglio, ma non lamentatevi del brodo grasso ...... ciao.

53.mandatu da U Pastore Arrabiatu u 30/11/2009 16:53
O machja, un avemu bisognu di nimu, basta una webtv !

Oghje, cù e techniche nove di l'infurmatica, televisiò e ordinatore so listessa. A sapemu chi tutti i corsi un hannu l'Internet in casa soia, ma i giovanni l'hannu, in Corsica, in Pariggi, in altrò.

A me, mi piaccerebe di sente a Gil Grissom parlà u corsu !!!

52.mandatu da machja u 30/11/2009 11:25
Per avè una televisio in lingua corsa, ci si vole principia per fà ricunnosce a nostra lingua cume lingua ufficiale, e quessu u statu francese unci l'accurdera mai.
Innanzu di dumanda una televisio corsa, bisognu a esse patroni in casa nostra

51.mandatu da U Pastore Arrabiatu u 30/11/2009 10:35
Eu pensu sempre chi a Corsica a bisognu di una televisiò in lingua corsa, di a mane cù i pokemon sina la sera cù l'esperti di Miamì. Cusì pianu pianu ogni corsi, chjuci e maiò, sente parlà a so lingua, parole d'oghje, senza strazzia. Un ci vole tantu per vince ssa battaglia !

50.mandatu da alf u 29/11/2009 17:34
Ogni corsu deve mantene a so lingua per ùn sminticassi micca di e so radice.
Mà ùn hè micca u fattu di i "pinzutti" si a lingua corsa ùn hè più parlata: tocca à noi à fà la campà parlendu trà noi è dinò cù isse persone chì ghjunghjenu ogni annu.
Cusì u corsu sarà parlatu dà tutti.

49.mandatu da obamo u 24/11/2009 15:15

Ogni corsofonu si puderia dà un scopu : amparà u corsu à 3 persone, ch'elli sianu zitelli di a so famiglia o persone maiò ch'ùn anu amparatu o ghjunghjiticci...

Trè persone, basta.

Ma trasmetteli u corsu da veru, sin'à fà trè novi corsofoni.

Bella scummessa, `ùn hè?

48.mandatu da Daho u 23/11/2009 15:02
A populazione crescia ogni anne. Semu culunizati da stragneri e a lingua corsa si perde. Ma se ogni parsone parla u corsu in casa o a a scola u corsu ùn ha micca da spari. He una lingua viva che deve ancore esse praticata in paesi ma sopratuttu in cità, perche hè in cità che ci so i stragneri e pensu che devamu mustra a nostra identità a tutti quelli che culunizani a nostra tarra! Hè a nostra cultura, u nostru patrimoniu! Ci so tanti parsoni che ani lotà per a Corsica è u rispettu di a so cultura, alora Populu Corsu, riagisce!

47.mandatu da PASTACHOU u 23/11/2009 04:36
EIU pensu ch'a lingua corsa un sara mai perzzu. i ghjovani di i paesi l'amparanu incu i veghji e i parenti in paesi. si perde piu in piaghja ch'in paesi perche in piaghja ci so i frusteri corsi ch'un voli micca s'integranu. oGhje a a scola prima i zitelli anparanu a parla corsi. incu i sforzi di a scola e di zitelli u corsu un si sfasara mai.

46.mandatu da KÜG u 12/11/2009 17:07
2012

45.mandatu da stefana u 11/11/2009 21:36
Un ti vulia micca inghjulià,altore,chi un so cusi!!annant'à u lessicu,è vera,si trovanu issi sensi,faticatu chi significà malatu,un l'avia mai intesu!à ringraziati di u to missagiu!

44.mandatu da altore u 11/11/2009 21:08
o stè, "faticatu" esiste è u so significatu ùn hè micca quellu di "stancu". calchissia di faticatu hè calchissia di malatu. è "importance" si pò dì "primura" hè vera, ma si pò dì dinù impurtanza... "sans rancune" dice u pinzutu.

43.mandatu da stefana u 10/11/2009 08:20
altore,salute à te!postu ch'ella ti piace a nostra lingua,sai,un si dice micca"faticata"!si dice"stanca"!"impurtanza" si dice "primura"!eccu,l'aghju fatta sapè!tanti saluti e femu tutt'ognunu un sforzu per a lingua e dinù per quand'ella s'impenna! basgii à tutti!

42.mandatu da altore u 09/11/2009 21:18
a lingua ùn hè morta ma hè bella faticata... basta à guardà certi "post" quì. ùn parlu micca di l'ortograffia chì appressu tuttu ùn hà tant'impurtanza... ma certi sbagli di lingua, di sintassa! oimè! infine hè bè dinù di fà u sforzu è ghjè cusì ch'omu ampara... à mè ciò chì mi face u più ride (infine pienghje piuttostu) sò avà l'affissi di più in più numerosi induv'ellu c'hè scrittu "serata corsa"! in Corsica! parenu fole nò?

41.mandatu da micca nome l1 u 09/11/2009 21:04 (da un teleffuninu)
Altru chi a lingua corsa si n'he mora !
Pensu chi u prublemu veni di quali chi un parlenu piu corsi a i ziteddi.
U corsu, tuttu mondu u capisce nimu u parla, par esempiu quandu un veghju parla corsu ava si rispondi in francese.
He megliu a fa un sforsu e pruva di risponde in corsu cha risponde in francesu, he cusi ch'una lingua s'impara.
Di dipiu pensu chi u corsu debbe essa ublicatoriu a a scola.
Micca di fa classe bislingue chi un esiste mancu...
Comu si dice " un ci se populu senza a so lingua".
Aloru faccemu qualcosa di be: parlemu corsu .>

40.mandatu da hans u 09/11/2009 20:42
ci voli... ci voli...

ma ùn si vede ghjunghje nunda o Cesare !

"una presa di cuscenza".... si bellu bravu ma cumu fà ? ùn vedi micca chi tuttu u mondu si n'enfutte !

"creà una sucetà corsa"... mi faci ride ! è cumu fà ? cum'ellu bastava à dilla !

à l'ora di a mundializazione, ognunu corre appressu à u so cunfortu persunale. u restu, a sucetà, a lingua, tuttu u mondu si n'impippa

39.mandatu da Cesare Luciani un prufetta u 09/11/2009 20:19
A mè mi pari chi a visioni d'u sgaiuffu hè veramenti nera è monda pessimista.
Oghji hè vera chi u cunstatu hè negativu mà tocc'à noi ad inversa a tindenza parlendu in corsu è campendu corsu. Ci voli a crià una sucità CORSA a tutti i nivedda : linguisticu è di i mentalità cù una presa di cuscenza cummuna ch'iddu ci voli a tena a noscia lingua è fà spannà u nosciu populu.

38.mandatu da circinellu u 09/11/2009 18:54
pensu chi ci vole salva a nostra lingua ci vole l instura dretu tuti he scole cume in a faculta . parchi semu pochi gjhuvanotu a parla corsu di piu sare be chi pareghji prugrami di televizione sia in corsi . ma cu tute sta evoluzione technica he cu a mentalita di i nostri zitelli ada esse dificiuli di preserva a nostra bella lingua .

37.mandatu da f2b u 09/11/2009 18:34 (da un teleffuninu)
Pensu che la disparizione di à lingua corsa cumprumette l'avvene di à cultura corsa è dunque di una certa identita. Quessu hè dannu per tutti i abitanti di l'isula. ci vole si accampà à l'altura di so mezi per lottà contru sta situa

36.mandatu da u chjucu u 09/11/2009 18:16
Pensu chi pè "salvà" u populu corsu ci vole a parla corsu tra noi, parchì cume aghju intesu piu d'una volta " ci hè piu lingua, ci hè piu Corsa !". Pensu chi ghjè veridicu chì a lingua vai cù a priservazioni d'un populu...Mi pare dunque impurtante pà cummincià chì i parenti deve parla corsu ancu i zitelli da u principiu è dopu rende a lingua corsa più impurtante à a scola. U fate chì u corsu hè ubligatoriu ind'a facultà di Corti hè veramente qualcosa di bè...Di rende què ubligatoriu da u principiu ind'e piu chjucu serà qualcosa di bè pè nostra lingua !

35.mandatu da nina-2b u 09/11/2009 00:22
Eui pensu chè oghje a lingua corsa un hè micca in periculu ma pensu effettivamente chè l' elementu chi contribuisca à fà dispari un populu,hè a disparizione di a so lingua. Eppuru pensa chè a lingua corsa un hè piu parla cumu a u tempu di i nostri parenti. Pensa chè so i nostri parenti chi duve trasmette a lingua corsa a i so figlioli affinchè di priservà a nostra lingua.

34.mandatu da russel-crowe2b u 08/11/2009 22:24
Oghje u corsu un hè micca in periculu ma hè veru chi se noi i giovani un femu nunda a situazione hà da diventa piu difficiule perchè vecu chi i giovani hanu paura di parla u corsu.
Si po pensa chi ci hè a paura di sbagliassi,ma eiu pensu a u cuntrariu chi un ci vole micca avè paura di fa sbaglii, hè cusi chi imparemu!

33.mandatu da o patecca ! u 08/11/2009 20:43
s'ella cuntinueghja cusi u corsu un sera piu parlatu da qui a parechji anni ind'e u boziu cum'e in altro. perche un si po micca parla corsu ind'e l'atti di a vita esempiu a a posta, o ind'e i magazini ? ...
l'insee a munstratu chi a populazione in corsica cresce cu a ghjente in pruvenienza da u cuntinentu, elli un parlanu micca u corsu e di piu un volenu micca impara a lingua !
induve andemu ?!

32.mandatu da A Bastiaccia di a piazza Santu Niculà u 08/11/2009 17:25

[i]Ecoutes-moi baltringue

1. il n'y a aucun mérite - en soi - à savoir écrire une langue , sinon à faire
métier d'écrivain public ; c'est ainsi que si tu étais quelqu'un de bien , tu
ne profèrerais pas d'aussi grosses et insanes conneries . Tu es là , dans le
champ de la vulgarité idéologique où tu vautres tes raideurs mentales .

Un kiné de la pensée te ferait le plus grand bien

2. tu vas sur piazzetta . Là , parmi les tiens , tu pourras faire assaut de
corsitude réelle ou feinte , avec des compagnons de bistrot dont je saisis
jusqu'aux inflexions de voix . Etre plouc , c'est ton destin et la hauteur
absolue de tes désirs .

Une cochonne te ferait le plus grand bien , l'homophobe de service .
Et laisses les lépidoptères tranquilles ; ils sont beaux , eux .[/i]


[url]http://forums.club-corsica.com/corse_81762_81172.html[/url]

31.mandatu da studiente di rogna u 08/11/2009 15:06
Si noi cuntinuemu à diffonde a lingua nostrale cume lu si face oghje, si po ritardà sta scadenza mà assai cuntinentali venenu stalassi nantu a nostra isula, mà u pruvanu micca a contribuisce à a salvessa di a nostra lingua è di e nostre tradizione è pocu à pocu què pudiarà purtà à a sparizione di a lingua Corsa è di i Corsi. Per evità stu fatu,ci vole à truvà soluzione perchè à nostra giuventù abbanduna à so propria lingua.

30.mandatu da Teme u focu u 08/11/2009 00:52
Faltà, quandu si parla corsu, ùn hè micca suppurtevule. Ma ùn hè perchè pensemu esse impachjariti (o solu appenuccia, quandu sentite certi cianceghji), hè, è per assai persone, perchè parlà in corsu pruvoca un vivu è forte sintimentu chi va cun l’affezzione prufunda chi avemu per a Corsica. Avemu persu durente a nostra storia una parte di a nostra identità, dapoi chi a lingua francese hè diventata obligatoria è stata cunsiderata à l’epica cumu « lingua di u pane ». Avà, ci vole à amparà à piglià cuscienza di stu fattu, è amparà à piglià cunfidenza, a mossa di u Riaquistu ha assai fattu in questu sensu, cio chi fà cunservà speranza in l’avvene.

29.mandatu da accantu à Mr 20/20 u 07/11/2009 18:55
Pensu chè l' elementu chi contribuisca à fà dispari un populu,hè a disparizione di a so lingua. Difattu a lingua hè l'identità di u populu mà dino permette di cumunicà dunque aduna un populu.Pensu chè i giovani anu a vergogna di parla corsu,què aggrava a situazione parqui sti giovani un parleranu micca a so zitelli in corsu.Mà ci vole stà ottimistu,difattu, a multiplicazione di scole bislingue da a speranza chè a generazione futura salvarà a lingua corsa, tandu u so populu dino.

28.mandatu da Mr 20 u 07/11/2009 18:54
Si a ligua corsa sparisce , un hè micca solu una lingua chi sparisce ma dino una storia , un patrimoniu , una cultura ... chi sera persa.
A lingua corsa hè minacciata ma micca cundanata .
Per salvala ci vole a esse pareti a vulè salvala veritamente , è chi misuri efficace sianu pigliati .
Ma pensu chi hè qué u piu dificiule .

27.mandatu da A mella u 07/11/2009 16:17
hè bellu u futuru per i corsi è a lingua corsa, mà possu miccà fà qualcosa. I ghjovi parla miccà a lingua cun i parenti o cun amici per fà cumè i ghodi di cuntinentu o perch'elli cunosce miccà a lingua. A ghjovanesa corsa pensa ch'a lingua corsa hè miccà ben per elli, in so studi. Elli vogliu parlà inglese o italiano, miccà corsu, a scola.

26.mandatu da U Pastore Arrabiatu u 06/11/2009 21:46
Eu pensu chi ci vole una televisiò in lingua corsa, cu tutti i prugrammi traddutti in lingua corsu, ancu Derrick, "Più bella a vita" e i filmi americani. Cusi, amparemu !

25.mandatu da marinincu u 03/11/2009 18:43
Mi ricordu quandu eru ghjucu, a mo caccara parlavami corsu ma quandu i vechji morenu, a trasmissione di a lingua un hè micca fatta. Ghje ghjustu pe sta ragione che oghje e difficile di parla corsu

24.mandatu da orsufrancè u 03/11/2009 11:37
Hé ora quedda compii sta cumeria di parla francesè ancu trà corsi chi parlalu tutti u corsu .Quesu ghiè un' usu culunialistu usitatu da sti manghioni corsi.Mi suvengu in scola parecchi anni fà ,i maestri corsi ci davanu colpi in capu quandè noi parlamu corsu in scola.Ci vulia per obligazzione di palà francesè ancu fora di scola.Oghiè un mi parè ancu troppu tardi a rivultassi per fà campà a nostra lingua hè ancu di fà rinascè u nostru populu.

23.mandatu da curtinese_di_a_simana u 02/11/2009 17:51
#22 hà ragiò ! Ci vole à amparà u corsu a a scola mà micca cum'oghje. Cù trè zitelli quì, duie quallà !
Ci vole a rende ubligatoriu a presenza a tutti i corsi di corsu, è micca accettà ch'è certi vene mai prechè un capisce nunda a a nostra lingua.
Un capia nunda a l'inglese in u cullegiu, eppuru u prufessore tenia a mo presenza in corsu.
Allora perchè hè pussibule cù u corsu ?

22.mandatu da studiente_buzinca u 02/11/2009 13:38
un hè mai tropu tardi, parlate u corsu incu i vostri parenti , figlioli , amichi, pientate di riventica a lingua corsa a a scola se a scurdate ghjunti in carughju, e pensu chi sara gia una cosa maravigliosa...

21.mandatu da sal u 01/11/2009 12:15
io so taliano , e rispetto a Corsica , a so lingua e le sue tradizioni ma se anco i Muvrini nelli loro cuncerti parlano a lingua francise ..... . No sento più parlà in corsu como li tempi passati.
A lingua è U populu , u poulo è a lingua ! E li fratelli corsi permettenu che la bella lingua corsa more.


20.mandatu da Carrughju drittu u 01/11/2009 00:18
L'amicale di i corsi d'Aiacciu?
Ha fattu manghjà i tré quarta di a Corsica, Aiacciu.
A quali sbarcaia di a pattascia o di a tartana...
L'eti caciati fora di i so carrughji par fa cummercii o altri bari è cabulò è avà vi ni riditi?
GWM, tu mi faci rida l'ochju merlinu !

19.mandatu da LAL2b u 31/10/2009 16:53
U populu corsu no spari-isce mica ghjacchia lingua chi e a sua identita sera sempre parlata per u populu corsu i chi di feccia.

18.mandatu da djédjé2bna u 30/10/2009 23:21
Avete ragio, u populu Corsu cum’è altri populi, ùn possu micca viva senza a so lingua chi ghje so identita

17.mandatu da de profundis u 29/10/2009 16:34
E allora???Era digià scritta a nantu u cartulare d'identita di i mio antenati ch'un sappianu mancu induvè era a francia.Per compiè, quandu parlava di pécure un pensava micca à i corsi,ma i raggio à nantu un puntu u Populu Corsu un serà maï DEGNU E LIBERU pigliendu l'usi pulitichi di a manca Frencese (puru di diritta).

16.mandatu da machja u 29/10/2009 15:47
E vera, de profundis, che un populu un si cuntà micca cume una banda di pecure, ma mai un feremu di una banda di pecure un POPULU LIBERU E DEGNU.
A to identita hè scritta nant u scartaffaciu FRANCESE.

15.mandatu da de profundis u 29/10/2009 14:37
O maghja un populu un si cuntà micca cume una banda di pécure.Qui parli d'ecunomia per fà un paese,eiu parlu d'identita (dùie cose tutalmente sfarènte),si per tè a solla soluzione ghjè piglià a carta d'identita, l'affare ghjè grave.un n'aghju micca bisognu d'un scartafàcciu in più per fà "patriottu".D'altronde un tòcca ni à tè, ni à nimu di dimi sò ch' aghju à pensà à di o à fà.

14.mandatu da in cauda venenum u 29/10/2009 13:11
AVETE TUTTI RAGIÒ U CUNSTATU HE NERU E SCURU QUAL'HE OGHJE CHI PO FA MARCHJA IN DARETU ??????????

13.mandatu da machja u 29/10/2009 11:33
De profundis, trent'anni fa un si parlava di cumunità di distinu, ne di citadinita corsa, e se i corsi avianu seguitati i naziunalisti e cose sarianu sfarente oghje.
Un si ferma piu in Corsica che 90 000 "corsi di sangue" di e quale 60 % hanu piu di 60 anni, e tuttu ognunu, po capi senza esse un sapientonu, che un paese o una Nazione un si po fa ancu cusi poca ghjente.
U prublema vene da i corsi elli stessi, un ci hè piu a voglia d'esse indipidenti, di strappa a catena cu u statu francese,i ghjunghjiticci un impediscenu a nimu di parla corsu, so i corsi da per elli chi impieganu a lingua di u culunisatore.
E quessu ne i naziunalisti, ne i clandistini, ne a viulenza un la po para.
Invece di critica sempre a pulitica di tale o tale ,vai a piglia a to carta d'identita cume l'altri e rinforzà u muvimentu di liberazione.

12.mandatu da GWM u 28/10/2009 17:15
hum

11.mandatu da Marbeuf u 28/10/2009 13:39
Ùn sò tantu d'accordu cù altore è zeruffu. Hè vera chì i corsi di a "siconda generazione" (40-50 anni) sò pochi à avè imparà u corsu à i so figlioli, po eiu rimarcu un antr'affari, certi giovani chì sanu parlà ùn sò micca in u scopu chì l'altri parlanu cum'elli ma piuttostu di cunservassi a lingua per elli stessi!!!
Ma u veru prublema ùn si trova micca quì.. Quandu t'ai millaie è millaie parsone chì ghjunghjenu à stallassi ind'è noi tutti l'anni, chi à a televisione, in scola, in carrughju, in casa ùn si sente parlà chè francese (o altru), tutti i corsi, tutti, ancu i più diterminati, sò obligati di chjinassi davanti stu mostru chì si chjama a mundialisazione. Contra st'affare o ghjenti, ancu 200 000 corsi accaniti si piglieranu una frusta...

10.mandatu da de profundis u 27/10/2009 21:55
Ci stàd'incanti,i primi à parlà" di cumunità di destinu" di "populu corsu apèrtu à l'altri"di citoyenneté corse"(ùn la so micca di in corsu) sò i" nostri".Un ci vòle avà piènghje di a nostra sparizione.Errare humanum est,perseverare diabolicum.

9.mandatu da Stazzunincu u 27/10/2009 14:40
U mondu d'oghje hé un mondu induve tuttu mondu vole esse cume Americani... Pensu chi studià a nostra storia ghjé luttà, per a nostra lingua, a nostra cultura.

8.mandatu da in cauda venenum u 27/10/2009 08:18
ALTORE E ZURUFFU 100% VERITA U PRUBLEMU HE INDE NOI

7.mandatu da altore u 26/10/2009 21:42
o machja u Mercoriu ùn hè Boziu... u Boziu parte da Sermanu è finisce in Sant'Andria. pè ciò chì tocca à a lingua ghjè vera chì a ghjunta massiva di populazione ùn l'aiuta micca ma i primi rispunsevuli sò i corsi elli stessi. anu abandunatu a so lingua è sè u statu frencese hà avutu a so rispunsabilità à un' epica, ùn hè più u casu oghje. parlu corsu à i mo figlioli, u capiscenu è u parlanu anch'elli è nimu ùn c'impedisce di parlà corsu ch'ella sia à a scola o in altrò. tocca à noi à move i primi ma ùn sentu micca ind'è u populu una brama maiò di difende a so lingua. ancu quelli chì serebbenu i più in punta di a lotta (i clandestini) tenenu e so cunferenze di stampa in frencese! parenu fole! un'antru prublema hè l'urbanisazione. i giovani corsi ùn voltanu più in paese, mancu u week end! l'anima corsa stà in paese. dunque più brama di lingua, più brama di paese, u populu corsu sente u cipressu in veru! cum'è M. jourdain chì fecia a prosa senza sapella i giovani corsi d'oghje sò frencesi senza vulella... fora di u pugnu chì stà in paese è chì parla sempre a lingua di i so antenati...

1 2
Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook


L'articuli

Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta