Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

Corsica à vende

Quale hà dettu chì u BTP è l'immubiliare cunniscianu a crisa in Corsica ? Basta à fidighjà e publicità chì si trovanu in Corse-Matin... Vulete cumprà ? A scelta l'avete. Ma i soldi ?



Corsica à vende

u 13 di Marzu 2009
L'azezu



1.mandatu da GIGI u 13/03/2009 11:44
sò sti corsi di MERDA chi vendenu a terra!!!!!

2.mandatu da filidatu u 13/03/2009 10:48
a canzona di canta "vergogna à tè " hè più chè mai d'attualità

3.mandatu da Sciappà ! u 13/03/2009 12:22
Ci vole a sciappà tutte iss'affisce e publicità ! Mettite un calciu o un colpu di tinta annant'a quandu ne vedite unu ! Un hè nunda, ma un li lascemu piu cummunicà a issi ladroni di venditori corsi e frusteri !

4.mandatu da paulo u 13/03/2009 13:39
Eiu pensu chi ghjè bè di vende a so terra ghjè piu impurtante i soldi chi a Corsica!

5.mandatu da pichjettu u 13/03/2009 15:29
so i corsi chi vendenu a so terra e po tutte st'imprese immubiliare senza fede ne legge chi si dannu dirittu di fa cio ch'elle volenu cun l'accusentu di quelli chi facenu u tempu svegliatevi chi simu a l'orlu di a fine

6.mandatu da Kugùrn u 13/03/2009 17:49

7.mandatu da FIUMINALE u 13/03/2009 19:56
[Adiu Corsica tanta amata, un si parla di te senza ritornu etc etc]...Simu finiti, chuelli chi annu qualchi terrenu u vi vendenu per pudè un fà piu nunda di a so povera vita e cusi u corsu un
cunosce più u senzu di u travagliu. O babu di a patria guarda a to razza chi si ne va a caternu.
Ma à tutti sti manggioni li vuleria di chi tantu chi un bracciu tenera a bandera nantu a l altare sacru di a patria, a razza un si spenghjera. Allora fade pianu , un ghjornu ....................

8.mandatu da georges demorlaison u 13/03/2009 20:35
Je suis très interressé par votre région (et votre dialecte, posu parla corsu a penna...)
Il faut savoir s'ouvrir, et accepter des gens qui vous respecterons... A prsetu, pace et salute.
Un ami de la Corse.

9.mandatu da Culomba1 u 13/03/2009 21:04

GD aperti simu più chè aperti : a Corsica hè spalancata !

U rispettu nè buschemu pocu pocu da i Francesi...Uni pochi sì, anc'assai, ma a maiurità!!

10.mandatu da Culomba1 u 13/03/2009 21:05

GO TO SPAIN , sangui la miseria!

11.mandatu da henry smart u 13/03/2009 23:52
evviva l' hotel nant'à e piaghje, à lingua di mare !

12.mandatu da georges demorlaison u 14/03/2009 00:00
un m'aspetava mica a una accolta calda ma ci vuole a pilia in contu i foresteri chi facenu i forzi per s'integra, o alora, rifusati i stranieri, ma tutti allora !

13.mandatu da circinelludiguagnenativupeliguagnesusosanguaversatu u 14/03/2009 10:40
u prublema ùn hè micca a vendita di a tarra ! U prublema hè chì a sola ecunumia pruposta pà oghji è pà dumani hè u turìsimu...
DUNQUA s'è ùn ci muvemu micca da aquistà l'INDIPENDENZA ECUNOMICA, pà sviluppà un'ecunumia muderna è autonoma fendu crescia i qualificazioni è dendu à l'impiegu un "valori aghjuntu", l'avvena di a Corsica hè tracciatu: la costa brava cù l'immigrazioni, i picculi 'jobs', a perdita di una cultura uriginali, i residenzi chi crescini, a giuventù furmata à l'Università chi si ni và in altrò... ecc, ecc...
eu ùn diciaraghju mai cum'è "fiuminale": simu finiti, fritti, cotti, magnati... a metàfora cucinari à me ùn mi garba tantu, ma u piriculu ci hè... hè ùn ci voli micca à DIFENDESI in quant'à me ("Ma à tutti sti manggioni li vuleria di chi tantu chi un bracciu tenera a bandera nantu a l altare sacru di a patria, a razza... ecc. di u stessu fiuminale) ma piutostu ci voli à BÀTTESI è à CUSTRUÌ. L'idealìsimu va bè, ma oghji mi pari chi ci voli à essa pràgmaticu: ci pruponenu un certu mudelu ecunomicu ch'ùn ci piace micca ? Femuni un antru !!!! è libertà !
uskeubeu

14.mandatu da circinelludiguagnenativupeliguagnesusosanguaversatu u 14/03/2009 10:42
... ùn ci voli micca à DIFENDESI ma piutostu ci voli à ATTACÀ, à BÀTTESI è à CUSTRUÌ !!!

15.mandatu da machja u 14/03/2009 12:00
A Georges
A corsica di dumane si fara cun ghjente cume te, chi facenu u sforsu di parla a nostra LINGUA, e sopratutu chi hanu a voglia di campa a l'usu corsu, di svillupa a nostra ecunumia, e cusi di ghjunghje pianu,pianu,in un primu tempu a un indipendenza economica, e a seguita si fara da par ella.
Per me site i benvenuti, inseme feremu u populu corsu di dumane, e di a Corsica una Nazione.

16.mandatu da antone u 14/03/2009 13:42
A Corsica ùn hè micca à vende HE DIGIA VINDUTA, ùn ci hè chè da fighjà a carta di u padduc per accorghjesine
TUTTU HE VINDUTU
A NOSTRA TERRA SACRA
I nostri antenati anu straziatu per lasciaccila bella è immaculata, l 'anu custruita petra à petra, si sò battuti contru à l'invasori fendu battaglie tremende per prutegela è per trasmettecila.A nostra TERRA hè SACRA, ghjè impastata da u sangue è da l'osse di i sacrifizii di i nostri antichi
A NOSTRA LINGUA
Hè più chè imbasterdita da u francese è da u talianu (basta à sente certi animatori o ghjurnalisti nantu à u postu )
I NOSTRI CANTI
Più và è più i cantadori cantanu canzone tradutte da ..u francese...u talianu...l'inglese.....Bascu.....Brittone.....Catalanu,....
è sariamu rinchjusi?!!!
Canzone corse tradutte in d'altre lingue , n'avete digià intesu? MAI UNA VOLTA!!!!!!
ùn simu micca aperti SIMU SPALANCATI !!!!!!!

17.mandatu da machja u 14/03/2009 13:13
Ie ! Solenzara

18.mandatu da machja u 14/03/2009 13:53
Un hè mica a Corsica chi he vinduta ma certi corsi.
Quale so chi hanu messu in piazza l'eletti chi vendenu u nostru paese ?
So i corsi de l'interu, i corsi di i paese chi si so arrubati i nostri loci, quandu l'esiliati hanu abandunate e so case e e so terre,per anda fa furtuna per se francie.
Oghje so elli i patroni d' issi paese e so elli i piu gran nemici di l'indipendenza e di u cambiamentu.
A nostra terra bella e immaculuta, fighjatella cio che n'avemu fatu,un paese manghjatu per a machja e i lamaghjoni, case trafalate, campu santu imbrutati da e vàcce e i purcelli, mulizze tra mesa a e strade.
U sangue un core piu per difende i nostri loci, oghje ind'e noi, e vituraccie chi impuzzicheghjanu l'aria e u spiritu l'hanu rinpiazatu.

19.mandatu da estrimei u 14/03/2009 16:51
hè u soldu che a colpa di tuttu!
si vendennu e terre , ma si so ancu vinduti l'anima:, un videte ch'ell'un ci he piu un palmu di nettu : si scordanu di a so lingua o a 'mbaterdiscenu e a pratecanu u menu pussibile, s'acceganu per un vede tutte ste inghjulie fatte a u nostru Populu e a u nostru Paese. tutti i ghjorni sciaccanu ghjovani i priggiò, a "ghjustizia" e a so pulizza pruvucheghjanu tutti i ghjorni e guasi tutti stanu zitti
ma quale sò elli. : elli site voi, elli so eu, elli simu tutti quelli chi un avemu mancu u curaggiu d'aduprà a parulla per dinunzià tutte ste' inghjuliè.
avemmu tutti bisognu di un bellu riaquistu, un riaquistu chi ci rimetti in lea naturale incu a nostra lingua sputica, un riaquistu chi ci faccia esse cuscenti chi quandu omu tocca a a dignità di u nostru Paese, si mette in pisticciulli a nostra a dignità . e quessa , u soldu 'nu a pò parrà!

20.mandatu da francescu ferdinandu u 15/03/2009 19:44
antone hà ragiò. di tutte manere, stu paese ùn hè digià più nostru !

21.mandatu da Culomba1 u 15/03/2009 20:29

à Georges D : mi scusu sè tù ai pinsatu ch'è ti vulia lampà fora o ricusà. Face piacè u to interessu pè a cultura è a lingua corsa è ti poi integrà senza prublema sè tù sì sinceru. Vulia dì ch'ùn sò tutti cum'è tè i ghjunghjiticci, ùn hè chè una minurità à ragiunà cusì. "go to Spain" ùn era micca per tè ma per quelli chì compranu senza primrassi di u nostru paese nè di a nostra cultura.

Eiu sò d'accunsentu cù Circinelluecc...basta a cultura di u lamentu, ci vole à agisce, à sparghje l'idee nove, à battesi per un avvene ammaistratu da noi. Ci vole à crede in e nostre risorze, in a nostra cultura, in e nostre forze, piuttostu chè di marchjà ver di a tomba pienghjulendu...

22.mandatu da Kugùrn u 16/03/2009 16:23
Basgiatevi

23.mandatu da Georges Demorlaison u 16/03/2009 22:39
A sai... O vrère. (Cio chi ci vole à inventà certe volte...)

24.mandatu da A MUVRA RIBELLA u 21/03/2009 12:14
O GD E UNA BURLA U DIALECTE A NOSTRA LINGUA MATERNA SO FIERA DI PARLALA e ogni corsu pensera cumme me

25.mandatu da antonia u 23/06/2009 16:54
scusate se mi intrometto....sono italiana e adoro la vostra terra...non la vendete e sopratutto non la vendete agli italiani, rovinano tutto quello su cui mettono le mani. La vostra è una terra magnifica, non fate strade, non fate alberghi, forse aumenteranno l'economia ma rovinano tutto quello di cui mi sono innamorata

Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook


L'articuli

Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta