Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

L'identità... numerica...

Cunisciamu u cumplessu di u culunizatu. Oramai, apparisce un antru fenomenu, si tratta di u cumplessu di l'internottu...



Internet, identità, numerica, impiegu, CV, patrone,
Internet, identità, numerica, impiegu, CV, patrone,
Internet = Traditore !

Incù u sviluppu d'Internet è sopratuttu di u web 2.0, ognunu pò dì a soia, lascià un cummentu quì è cullà... L'aghja numerica s'apre à tutt'ognunu. Diventa propriu interattiva. Fatt'è fine chì oramai, quandu andate à circà un impiegu, i ricrutori piglianu l'usu di visticà u nome è a casata di tutti i quelli chì li lascianu un CV. Di e volte, ci trovanu ragiò d'ùn micca impiegà tale o tale candidatu, per via di i segni ch'ellu averebbe lasciatu nant'à a tela... Secondu un inchiesta, 77% di i ricrutori averianu digià fattu stu tippu di ricerche è trà quessi, 35% averianu ricusatu candidati per via di a so identità numerica.

Pagate per sguassà a vostra identità numerica !

Hè cusì ch'ellu hè natu un marcatu novu. Certi si facenu pagà per caccià ciò ch'avete lasciatu nant'à Internet. Site giurnalista? Cinque anni fà avete scrittu un articulu pessimu nant'à un blogu mischinu è di fama poca? Ùn hè nunda, cacciate puru 20€ da a vostra stacca è fate lu sguassà !

In quantu à noi, SGAIUFFI di A Piazzetta, impenseriti è vigliacchi ch'è no' simu, pigliemu cugnomi...

u 14 di Maghju 2008
Sbanditu



1.mandatu da estrimei u 14/05/2008 19:53
simu tutti sott'a cuntrollu. u statu francese mantenne una pulizza per quessa .
e quandu i merri d'Ajacciu e ,avà , di Bastia , ci si mettenu senza chi nimu un diche nunda ?

2.mandatu da Lucia Abbate u 24/09/2008 07:11
Gent.li Signori, sono una Professoressa di linguistica dell'Università di Messina.Mi occupo di lingue regionali e mi sono occupata in modo particolare della vostra bella lingua, tanto vicina all'italiano, alla cui tutela e diffusione tengo in modo particolare. Vorrei qualche chiarimento lessicale. Cosa si intende per "lingua reta": La lingua della rete?In questo caso quindi reta è aggettivo,oppure usate sia "rete" che"reta"? Aspetto una vostra gentile risposta, anche perchè a breve dovrei fare in un convegno una relazione sulla vostra lingua. Grazie.Cordiali saluti:Lucia Abbate

3.mandatu da circinelludiguagnenativup�liguagnesusosanguaversatu u 24/09/2008 09:15
A reta hè u nomu corsu pà u NET, cum'è in tutti i lingui (in francesu si dici Net, internet, le réseau, la toile, le Web) ci sò sfarenti denuminazioni pà 'ssu arnesi. Dunqua si po dì, ma hè un' invenzioni "ex nihilo" di l'internauti corsi (cum'è webmaestru) a Reta ! "Lingua reta" ghjè solu un tittulu, un neolugìsimu, pà un situ internet... di a reta.
Tanti grazii pà u vostru intaressu.

4.mandatu da Lucia u 13/11/2008 13:15
Io penso che la bella lingua corsa si può salvare e diffondere meglio con Internet che non nelle scuole. I giovani non leggono volentieri i giornali o i libri scritti in lingua corsa, ma vanno volentieri sui siti interessanti come questi e sono stimolati a parlare la lingua dei loro antenati. Vi volevo chiedere.Nelle scuole è facoltativo o obbligatorio l'insegnamento del corso?E' necessario secondo me che al più presto la Francia riconosca ufficialmente il bilinguismo. Tutte le lingue hanno delle varietà come la vostra. Non importa quale di queste sarà quella ufficiale ma ci deve essere per voi un bilinguismo. Ma questo Sarkozy cosa ha fatto per voi? Dovrebbero capire che voi corsi siete in una situazione particolare diversa dalle altre lingue minoritarie, come l'albanese o il greco o lo soveno in Italia. Voi eravate nella vostra terra da secoli e parlavate la vostra lingua autonoma. Poi i francesi sono arrivati e vi hanno imposto la loro lingua. Ora io dico. Dovrebbe essere avvenuto il contrario: quella francese doveva essere considerata la lingua minoritaria e la vostra rimanere la lingua ufficiale. Non siete d'accordo? Se potete mi rispondete su questi punti: Il corso è solo facoltativo nelle scuole? e poi: Ci sono leggi nuove ultimamente per rendere ufficiale il bilinguismo? Io sono una professoressa dell'Università di Messina e scrivo e faccio conferenze in favora della tutela del còrso. Un abbraccio a tutti

Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook


L'articuli

Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta