Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

Serà mortu u populu corsu?

Campemu in un mondu raziunale chì viaghja à colpi di sundami è di statistiche... L'ultime sò cascate appena avà...



Serà mortu u populu corsu?
In u 1962, l'isula cuntava 160 000 abitanti. Era à l'abbandonu, e ghjente eranu à l'addisperu. Sò ghjunti i prugetti di a SOMIVAC per u SVILUPPU... Mudernisazione di l'agricultura corsa à prò di i pedi neri... Apertura di a Corsica à u turisimu...

Oghje, dopu a Guyane, hè in Corsica ch'ella s'accresce u più a demugrafia: 34.000 persone di più in mancu 10 anni. Face una media di circa 3.500 à l'annu. Ùn andate à circà a natalità... Sò belle calme e notte in Corsica. Altru restu, tutti i sciffri sò verdi! U BTP và, tuttu và. È ancu, s'ella ùn c'era sta viulenza endemica, a Corsica sarebbe l'America!

Scalanu i ritirati d'Italia o di Francia à buscà si un paradisu à u sole. Scalanu Purtughesi per custruì i so casamenti. A maiò parte di i figlioli di i primi immigrati magrebini ùn la facenu à integrà si. Si custituiscenu diverse cummunità. E municipalità a si provanu di cumprà terreni per ch'elli possanu stallà si i Corsi, appena di più in a muntagna chè e custruzzione di l'industrali o di i pippoli chì spuntanu vicinu à u mare...

Secondu l'ultimi studii dispunibili, a trasmissione naturale di u corsu tuccherebbe trà 5 % di i zitelli, mentre hè a Corsica u solu rughjone francese duve a lingua di l'immigrazione hè trasmessa à a terza generazione. Hè quessu u segnu d'una parte di a nurmalisazione di i Corsi è da l'altra, di a cummunitarisazione di a pupulazione isulana.

Soca, l'avvene di i Corsi serà di ritruvà si in amicale, urganizendu rave pastizzate party, cum'è l'Indiani chì anneganu in l'alcool è a droga u so addisperu di vede u so populu smarisce per sempre... Serà quessa a via di u mantenimentu identitariu... Ma a moda hè piuttostu indiata ver di e serate cucaina... À 80€ u grammu, vi stona a multiplicazione di l'arrubbecci?

A faranu i puteri publichi à dà i mezi à i scalaticci d'amparà u corsu, di cunosce a nostra storia??? Ma postu ch'ùn la facenu mancu per i nativi, ci vole à ricunosce ch'ella hè poca a speranza...

Allora, trà u pessimisimu di a ragiò è l'uttimisimu di a vuluntà, a vi pensate chì u boom demugraficu serà una furtuna per i Corsi o u segnu di a so morte?

Serà mortu u populu corsu?

u 5 di Ghjenaghju 2009
Ahmed Zumar



1.mandatu da estrimei u 05/01/2009 09:49
vulia fà una risposta longa, longa, ma tuttu he dettu in stu scrittu : culunisazione di a lingua, culunisazione di a manera di pensà , di campà , culunisazione di l'ecunumia, culunisazione di a Terra.
"boom" he una parulla strangera , e ancu quessa ,di sicuru , ghjova a facci crede chi Cristu he un ghjallu.
a sperenza he poca . ha si i corsi di razza diventavanu corsi di spiritu ! tandu si chi ci puderiamu sbuccà !

2.mandatu da in cauda venenum u 05/01/2009 10:34
A POPULAZIONE CRESCE UN VOLE MICCA DI A POPULAZIONE CORSA CRESCE STA IN CORSICA E ESSE CORSU SO DUI AFFARI SFARENTI SIMU INVAITI E MINURITARI NANT'A NOSTRA TERRA E UN SO MICCA I PULITICHI CHO METTIMU IN PIAZZA CHI PRUVERANU A INVERSA A MASCINA

3.mandatu da Sminticone u 05/01/2009 10:39
avà l'anu trovu u so prugramma per e territuriali i naziunalisti ! Hè stu sundame u più bonu argumentu ! È BASTA !

Muvimuci !

4.mandatu da percò ? u 05/01/2009 11:42
una sola dumanda :

perchè tanta ghjente in più allora ch'ellu ùn ci hè nè ecunumia, nè intraprese, nè travagliu ?

that is the questione...

5.mandatu da estrimei u 05/01/2009 11:47
o percò ? ,
l'aghju scritta, per noi un c'he nunda, per l'astri ci he tuttu: un ci he che una parulla chi dice tuttu : c.u.l.u.n.i.s.a.z.i.o.n.e.. ci facenu listessa cosa cha a i palestiniani , ma in muntenduci a segga . e per disgrazia , a laziu , o a cechesca so parechji i corsi chi a si lascianu muntà !

6.mandatu da Vinz u 05/01/2009 12:31
Salute,
Si sente di tuttu qui! Avemu due vie a piglià :
A prima, parlemu di culunisazione, e pruvemu di caccià tutti i stangeri fora.
L'altra, e quella qu'eu preferiscu : Nostru populu e fattu di seculi di scontri trà nazione. Un sò tantu numerose e ghjenti chi un hannu micca taliani, francesi o arabi à mezu a i so antichi?
E una ricchezza, u populu corsu di dumane nasce sottu a nostri occhji.
Pensate chi nostra cultura e simila dipoi u neoliticu? Duvemu l'accumpagnà, vive è mutazione, sinno finiremu per smarisce cum'è i sparziati.

7.mandatu da estrimei u 05/01/2009 14:11
a Vinz ,
un so micca d'accunsentu; un ci so micca duie vie, un ci ne he che una e ci he imposta : he a culunisazione .
mi spieggu, quandu nu un Paese, ghjunghje una persona o una famiglia o duie o tre famiglie strangere ,ch'ell'hanu fattu sta scelta , e ch'elle si suttumettenu a a manera di campà, ch'elle amparanu a lingua di u Paese, ch'elle un so micca sprezente versu i lucalli , s'elle facenu a so piazza senza inciaccà a nimu tandu un stratta di culunisazione, e per contu meiu sti ghjunghjidicci l'accettu piu che vulenteri, ma dimilla franca , o Vinz , ti pare ch'ell'he quessa a situazione oghje? a credi tu , chi , oghje , u Populu Corsu he in capacità di fà corsi di sta ghjente chi sbarca ?
mi pare chi u rispettu di l'astri cummencia per rispettu di se stessi !

8.mandatu da machja u 05/01/2009 14:27
A dicu dipoi parecchj'anni, u vecchju populu corsu he mortu, o s'hè spatriatu.
Aghju sempre intesu di chi in corsica un si pudia fa nulla, alora chi ghjunghjeranu a fa tutti si frusteri?
Elli un so mica tonti cume noi, si ne so avistu di e richezze di u nostru paese e elli hanu da sfrutalu, e pod'assi cun ghjornu so elli chi hanu da dumanda l'indipendenza.
Ghje quessa a cumunuta di distinu, ma i corsi un ne volenu, i naziunalisti ne parlanu dipoi trent' anni, ma pensenu di piu a so carriera pulitica ch'a l'avene di u nostru populu.
Dumane su novu populu ha da piglia u putere e caccieranu ancu tutti si vecchji clanisti chi si credanu a l'agrottu.
Se no simu ghjunti a issa situazione, un hè micca solamente a colpa di a pulitica di a francia o di calchi clanisti manghjoni, ma tutti i corsi so culpevuli di i nostri guai, un hanu mai vulsutu di un veru cambiamentu.
Invece d'andassine in francia a fa u servu o u spazzinu a marseglia o in pariggi, si pudianu sta in corsica, ma eranu tropu fieri o tropu coni per fa listessa cosa in casa soia.
Oghje simu ( so) 300 000, dumane 400 o 500.000 ? a piazza ci hè, e un puderemu piu caccialli fora,facenu parte di u populu di a Corsica, elli hanu fattu a scelta di campa nanta issa terra.
A Nazione Corsa ha faranu da per elli, noi un simu capacci di fa'la.

9.mandatu da Po po po u 05/01/2009 14:39

10.mandatu da Ghjisè u 05/01/2009 14:54
Più và, più, u nostru populu, a nostra lingua, e nostre tradizione spariscenu... Oghje, a maiò parte dà ghjente chi ghjunghje quì sò francesi, àrabi, Taliani,....mà sti populi ùn facenu micca avanzà a nostr' Isula, O cuntrariu !!! Pochi sò quelli chì amparanu à parlà Corsu, parlanu trà elli a sò lingua materna . Tutti sti furesteri sò qui per prufittà di a bellezza di a nostra terra E BASTA !!!!!!!Alora, eiu pensu chì ghjè troppu tardi per rivenne tempi fà, mà ci vole fà u necessariu per ch'a nostri Isula stà sempre CORSA è micca un paradìsu per tutti sti populi d'immigrati.

11.mandatu da machja u 05/01/2009 15:05
A Po PO PO
Fa un di ! bastanu i discorsi !
U Fronte un face piu paura a nimu!
Piu scuppanu e bombe, e piu ghjunghjenu frusteri.

12.mandatu da Mamma Natale u 05/01/2009 18:37

Ghjunghjenu assai ghjente in ritirata, dice l'INSEE.
Astrimente cù u turisimu mi pare chì ghjunghjenu assai travagliadori precarii, chì dopu à a stagione si ne stanu, è sopravivenu più o menu bè...
Ci seranu dinù uparaghji di u Bastimentu, un settore chì ùn viaghja troppu male (sin'ad avà, ma pare ch'ellu s'annunci un annu duru in u 2009) è chì impieca assai furesteri...
Sò ipotesi...
Ci hè una bella parentia linguistica cù i Taliani è i rumanii, chì pò esse spluttata pè a lingua corsa, ch'elli capiscenu megliu chè u francese. I Pulunesi anu da empie e chjese viote. L'Arabi sò mediterranii è tantu megliu s'elli praticanu a so lingua cù i so figlioli perchè quessi s'elli sò bislingui in casa, ampareranu più faciule u corsu in scola...Si vede stu fattu in e scole bislingue ch`integranu bè i stranieri (u sbagliu hè in certe scole bislingue di fà una spezia di segregazione, senza vulella pensu, ùn s'addirizzanu micca abbastanza à i parenti immigrati. Aghju ancu intesu ghjente dì "ùn aghju micca da amparà a mo lingua à i ghjunghjiticci !!!
Ci vole à accelerà a multiplicazione di e scole bislingue (per avà, 20 % di i sculari di u primariu, 25 % in e scole materne, ùn basta) . Ci vole à sviluppà dinù l'accolta bislingua pè i zitezlli in e ciucciaghje è tutte e strutture "Centres de loisirs"...Hè longa a marchja, è ùn ci hè tantu tempu davanti à noi...

13.mandatu da heliofobu u 06/01/2009 00:21
E u pecatu, hè chi, quandu i Corsi sò, elli, spatriati, facenu listessu in'altrò chi li ghjunghjiticci ind'è noi... U cumunutarisimu, eccu a calamità di tutti li populi, razze è religione... Ind'è noi cume in'altrò...

14.mandatu da Piratella u 06/01/2009 11:50

heliofobu, poi spiecà ciò chè tù dici?

U cumunutarisimu hè una nuzione à spessu mintuvata da i "ghjaccubini" accaniti contru à e lingue è e culture regiunale, è chì cunfondenu l'"universale" cù a lingua francese, è ancu à le volte, cù u parisianisimu... ùn mi piace tantu stu cuncettu!

15.mandatu da Seb u 06/01/2009 14:35
Salute à tutti,

U mò parè ghjè chì solu i corsi so risponsevuli di 'ssa situazione di sparizione di a lingua, di e tradizione, è piu largamente di a cultura chì fussi quella di i nostri antenati.

Quantu sò i ghjovanni d'oghje ch'ùn parlenu Corsu (in casa micca à u travagliu) mentre chì i so genitori u sanu parlà ? Quasgi tutti, è ne facciu parte.

Un ci vole micca à truvà si a scusa di i francesi o di l'arabi chi sbarcenu, mà ci vole à ricunosce chì u corsu d'oghje (pè a maiò parte) sia si ne futtu di a so cultura sia un face micca ciò qu'ellu ci vole pè mentene viva a sò lingua è basta !

Oghje a maiò parte di i cantadori corsi ùn sanu mancu a significazione di e parolle qu'elli cantanu, è si dicenu ambassadori di a cultura corsa ?!!

30 anni fà, scole bislingue un esistanu micca mà u corsu era parlatu ! Vole tuttu dì !

16.mandatu da estrimei u 06/01/2009 15:06
o Seb,
he capita che tu dici cose assai ghjuste, ma c'he quantunque un fattu, piu vecchju che trente anni , he quellu di a lingua di u pane, he quellu di a lingua di i servizzi publichi , he quellu di a campagna chi dicia chi u corsu un era micca una lingua, he quellu di i nomi di i paesi e di i lochi: quellu chi leghjia i nomi di i so lochi nant'a u cadastru ci truvava un mischiulimme franc-talianu chi un avia che un scoppu : sbrembà a parulla corsa.
e un ti scurda di una cosa , quella lege Deixonne a pro di i parlati lucalli vutata in 57, inde noi , un he stata messa in pratica che in l'annate 70 .... e c'he vulsutu a scumbatte!.
30 anni fà , u corsu , si ne murria , era cunsideratu cumme a lingua di quelli chi eranu a l'anticogna , o quella di l'autunumisti - e a quell'epica militari corsi a a ritarata , chi si cridianu d'avè salvatu a Francia , ci n'era assai-
intantu chi oghje so forse pochi quelli chi u sanu parlà o chi l'amparanu, ma quand'elli u parlanu o u scrivenu (ancu male) so ricunisciuti :so i CORSI .
si i ghjovani cantadori, dopu avè cantatu , si ritrovanu a tavullinu , 'ncu ghjente chi un parla che corsu, u sforzu l'hanu da fà , anch'elli .

17.mandatu da Petrucciu u 06/01/2009 22:23
Serà mortu u populu corsu ? digià ci vole à dumandassi sì un populu, e so caratteristische sò fissati ind'u marmaru ?
Per certi mi pare què quessa a visione di u populu hè una verità scientifica (appena cum'è a visione giaccubina francese di a lingua: lingua cascata da u celu ùn si sà d'induve ecc...)
U populu "scambia" sempre, ma certe visione chì s'assumiglianu à quelle di a diritta strema o chì piglianu e so radiche ind'un pensamentu reazziunariu chì imbuleghja tuttu ( people aiutati da i so amichi pulitichi, ritirati chì cercanu u sole, poveri immigrati in cerca d'una vita meglia... riuniscendu tuttu sott'à a tichetta : culunisazione di populamentu) esistenu dipoi un pezzu !!

U prublema maiò, per contu meiu, hè piuttostu quellu di l'individualisimu stremu (chì tocca a ghjente ch'ella sia corsa, francesa o americana ) è di l'alienazione. Questi quì tombanu d'una certa manera a nuzione di populu chì diventa una populazione d'essari in cerca d'un sensu cullettivu da dà a a so vita.
Issa ricerca, porta certi à sunnià d'un populu corsu miticu ch'ùn si serebbe mai mischjati à l'altri è chì averebbe sempre parlatu un corsu schjettu ...
In quant'à l'emigrazione economica, noi i corsi ne sapemu qualcosa . Avemu ancu prufittatu di l'imperu francese ( ghjè nurmale eramu omi).
Luttà per i diritti di un populu (è iè ..di distinu perchè a storia è a genetica ci hà pruvatu dipoi un bellu pezzu chì u populu ùn si po cuncipisce chè cusì) , difende è prumove a so lingua, fà casu à u rispettu di l'ambiante, sò primure umaniste è universale chì ùn s'appoghjanu micca nant'à 'ssa logica di u "bouc emissaire" ch'elli sviluppanu certi (un t'inchità MACHJA, certi naziunalisti so assai luntani di a nuzione di cumunità di destinu: si vede u listessu mischju ind'è l'ultimu cumunicatu di u FLNC ) .
Sicura chì ci vole à truvà i mezi à i scalaticci d'amparà u corsu (luttemu per l'obligazione, ma i mezi sò dinù umani: s'elli sbcarcanu ind'una sucietà chì parla u corsu, ampareranu in quattru è trè sette!)
E chì a lingua di l'emigrati sia trasmessa à a terza generazione mi pare una bona
(sò d'accunsentu à centu per centu cù ciò ch'ella dice MAMMA NATALE è po N'aghju da micca difende oghje un parè chì si ritrova ind'a bocca di quelli chì ùn volenu sente parlà di u corsu.
Allora custruimu u populu corsu di dumane senza paragunà a Corsica....à a Palestina ..per piacè!!

18.mandatu da heliofobu u 06/01/2009 23:42
Dear Piratella...
Luntanu di mè a nuzione "ghjacubina o parighjanista" di sta parolla ! Po esse, dinù, ch'un'aghju micca adupratu a parolla bona, è mi ne scusu...
Vulia, simpliciamente parlà di a perversità di cio ch'omu chjama "l'effettu di gruppu". St'adunita "naturale" da avvicinassi ( E senza vere affinità umane precise !) a una mansa chi s'assumiglia a noi stessu second'a criterii geografichi, culturali, religiosi o chi nè sò ?
E (incu discrazia) pensu chi, cio chi a u principiu devia esse una forma di sulidarità, face allora nasce intulerenza, razisimu, clientelisimu è montaseghisimu...

19.mandatu da estrimei u 07/01/2009 09:31
o Petru ' ,
cambia he parulle un he micca mudernizà a lingua, e un campu di corsa e piu capiscitoghju che "ippodromu" chi, ancu s'ella he una parulla internaziunale , in corsu un esiste micca, e un so micca eu chi l'aghju decisa!

" Serà mortu u populu corsu ? digià ci vole à dumandassi sì un populu, e so caratteristische sò fissati ind'u marmaru ? "
mughjà l'esistenza di una terra , di un Populu, di una Lingua , e vullè chi u Populu corsu "sie patrone in casa soia , un he micca un inghjulia a u rispettu umanu !
a feraghju a l'acorta. a Corsica , cume u mondu sanu, ch'ella sie un bè o un male, cambia .
pigliala cum'ella ti pare ,ma i fatti crebbanu l'occhji : i corsi partenu e i ghjunghjidicci so piu numerosi chi i corsi chi partenu - e dipoi assai - he quessa he una pulitica vulsuta!
cinquant'ani fà, u ghjunghjiddicciu chu vulia campà qui, duvia ,ommancu ,amparà a capisce a lingua . i so figlioli,s'elli ghjunghjianu zitelli, pigliavanu u versu lucale e participavanu a a prumuzione di a lingua. era u tempu chi i corsi eranu in maggiurità in casa soia.
oghje i tempi so cambiati , e he a i corsi , ch'omu dumanda di perde a so lingua, d'abbandunnà a so manera di pensa ,di capi chi a cuniscenza di u mondu si face for ' di Corsica , e di cunsiderà i ghjunghjidicci , chi imponnenu a so lingua e a so manera di campà , cume cumpaisani.
in Palestina he a guerra tutale per stirpà u paese, qui so i soldi e a culunisazione di pupulazione , nu i dui casi he a sradichera di un Populu per imponne e forze di u soldu.
eu a " cummunita di destinu " nu a capiscu che 'ncu quelli chi ricunoscenu u Populu Corsu e i so diritti in casa soia.
per finisce , un mi dispiace chi i ghjunghjidicci ,quand'elli so rispettuosi di u nostru Paese, pratechinu tra di elli a so lingua , senza dà un valore publicu a sta lingua, o allora mettimuci puru tutti a parlà l' " esperanto ", o sera megliu , postu ch'ell'he a lingua di u soldu: l'americanu.
he vera , o Petru' , un portu micca rispettu a tutti l'omi e a tutti i Paesi . u mio rispettu un va che a quelli chi mi rispettanu cume Omu, cume figliolu di a terra di Corsica. sera razzisimu quessa?

20.mandatu da Petrucciu u 07/01/2009 19:11
Estrimei,
qual'hè chi hà dettu, chi mughjà l'esistenza d'una terra, d'un populu, d'una lingua, era un inghjulia à u rispettu umanu..
D'altronde seraghju d'accunsentu cun tè per tuttu ciò chi tocca à i diritti di u populu corsu nant'à a so terra, pè l'ufficialisazione di a lingua ecc....hè piuttostu a manera di prisentà e cose è u fondu ideologicu chi mi casticanu appena . Eiu, pensu chì ci tocca à luttà per fà ch'ellu campi u populu corsu (dunque dà li i mezi pulitichi, culturali, istituziunali per permette à u populu di riinventassi sempre intornu à u prugettu cumunu)

Per cio chi tocca à a cumunità di destinu chi femu di i corsi chi si n'impippanu di u populu corsu: i lampemu fora cum'è tutti quelli chi ùn cunvenenu micca à a maghjina ch'è n'avemu di u corsu; è qual'hè chi hà da piglià a decisione di sapè s'elli so corsi o no: una pulizza sicreta cù suldati ritirati di a clandestinità.
In quant'à mè, eiu m'annerbu tutti i ghjorni cù amichi, parenti corsi chi ùn parlanu micca u corsu trà d'elli è soprattuttu chì l'amparanu micca à i so figlioli: chì femu i tumbemu ??
Per mè serà sempre u valore di l'esempiu ind'a mo vita di tutti ghjorni chi serà a mo primura, è aghju sempre in chjocca chi ghjè l'accogliu chi face l'integrazione ( è ben intesu un accogliu in corsu ma disgraziamente certe cose un s'imponenu mai : ma mittendu simpliciamente a ghjente fora ùn hè mai statu à u livellu storicu a garantia di a salvezza di l'identità:
E sicura chì a suprana di u soldu ( a primura di assai di i nostri d'oghje) ùn aiuta e prublematiche identitarie...ma quì mischjemu torna tuttu...è ghjè sempre periculosu
Per 2009, a salute è a pace per tutti!!

21.mandatu da estrimei u 07/01/2009 22:12
o Petru ,
quande tu , quande no' parlemu corsu , rinfurzemmu a funna di a fratellanza e di a sulidarità e avvizzemmu quelli chi si so scurdati di a filetta (cusi un ci serà bisognu di mandalli in ...Tullo).
inno , o Petru , un vogliu ne pulizza secreta, ne suttumissione di u furesteru . L'omu , quale ch'ellu sie, si merita u rispettu , a una cundizione : ch'ellu sie rispettuosu di l'astri .
ma ancu per l'auguri ,scarteraghju apenna di i toi : per 2009, pace e salute a l'omi di bona vuluntà.
ti ringraziu di stu cuntrastu, a u prussimu

22.mandatu da Ghjuvan' Filici u 12/01/2009 10:08
Cuprimuli tutti 'ssi ghjunghjiticci ! Ùn ci hè chè quissa à fà : un beddu buliumu. Parchì pà u restu hè da avali ch'iddu hè cottu u "populu corsu".

A dicu com'e' a pensu : ancu sì no cacciaiamu i 250 000 pinz' o altri frusteri sbarcati, ci intazzariamu par sapè qual'hè ch'hè lucchesu è qual'hè ch'hè di Filitosa. Ancu à 50 000 "eletti" di u populu storicu mi dumandu sì no sariamu più capaci di cumpona da veru un populu.

Ugnunu pensa à u so culu, hè quissa a verità. U restu ùn sò chè chjachjari pà cumpinsà a noscia indigenza generali. Tantu meddu s'iddi esistini tandu i "boucs emissaires"...

Vurriu sapè di chì manera un magrebinu o un purtughesu chì sgobba da a mani à a sera pà nutriscia a so famidda culunizighja una mansa di strampalati assistiti da u Statu dipoi un seculu... Vurriu sapè com'ì ghje' possu essa culunizatu da unu ch'ùn hà micca u puteri annant'à mè.

Un semu micca stati futtuti di rivultacci da veru quandu c'era una vera duminazioni è dopu ci scatinemu contr'à più debbuli. Povari à no !

23.mandatu da Ghjuvan' Filici u 12/01/2009 10:15
Po' arristemu di metta a lingua in avanti par tuttu ciò chì tocca à "a salvezza di u populu".

Un ci hè micca chè a lingua à fà un populu, è di i volti parlà una lingua ùn currispondi mancu à u fattu d'appartena à una cummunità.

Po' quantu ci hè macareddi, inculati, barbouzes o sirvitori fidi di u Statu ch'ani parlatu corsu !

Sì un populu esisti dumani sarà trà quissi ch'ani sgubbatu è addivatu i so famiddi in Corsica. Quissu ch'hè natu quì di parenti stranieri si senti corsu (ancu senza a lingua), à a cundizioni chì a so diffarenza ùn li sighi micca stuppata in faccia tutti i dui minuti.

24.mandatu da piratella u 12/01/2009 19:03
Isse nuzione di "populu" è d'"identità" sò sempre cumplesse è periculose...

Certa chì a lingua ùn basta à definisce u "populu", ma pò porghje una leia trà tutti quelli chì campanu quì .
Hè una leia cù a storia di stu paese, perchè a lingua hè impastata da una Storia, da un modu di cuncipisce u mondu chì hè natu di a vita è di i guai di u "populu" chì l'hà fatta. L'integrazione vera hè sentesi in leia cù ciò chì appartene à a Corsica, dunque perchè ignurà a lingua, frà altri affari? O allora, ùn vole dì nunda, "sentesi corsu". Ancu i giovani "d'urigine" corsa ch'ùn parlanu corsu sentenu bè chì li "manca qualcosa" è anu qualchì rigretu, puru ch'elli accertinu u cuntrariu! A prova si n'hè ch'elli accusanu sempre i so parenti d'ùn avelli amparatu.
Dopu, sò d'accordu chì troppu à spessu, sò i "Corsi" chì ricusanu di ricunnosce à "stranieri" stallati da assai tempu o à i so figlioli a qualità di "Corsu"...M'arricordu in u filmu di Waksman nant'à a lingua, un Arabu chì stava in Corsica dipoi quarant'anni, chì parlava un corsu schiettu schiettu è l'amparava à u so figliulinu, chì dicia : "je suis comme un Corse, mais malheureusement, je ne suis pas Corse"! M'hà culpitu in core. D'un antru latu, tutti quelli chì stanu quì ùn sò ubligati à "sentesi corsi" ma ùn l'impedisce di parlà corsu è di pigliacci piacè, tuttu firmendu berberi, purtughesi, "francesi" o chì ne sò. Ne cunnoscu uni pochi, a vi dicu.
A lingua corsa pò fà una leia trà e differente urigine più chè u francese, perchè hà 'ssu carattaru di prussimità, di vicinanza, di cumplicità, di cunvivialità in più, ùn hà micca u pesu di u francese lingua accademica, lingua di a prumuzione suciale, ecc... È , fattu impurtante, sè a lingua corsa ùn hè amparata da i ghjunghjiticci, i "Corsi d'urigine" diventanu l'Indiani di a Corsica, è a Corsica ùn hà più cultura vera : volta è gira, una lingua hè u puntellu maiò di una cultura, pò ancu purtà e nuvità culturale di a sucetà corsa cumplessa d'oghje è di dumane. Ma senza a lingua, ùn ci hè più nisuna cultura specifica, è seremu un'antra Côte d'Azur, un'antru Luberon, anu una cultura?? Emu cuminciatu (Saint Cip, Saint-Florent, Portovek è Bonif). U Padduc ùn hè altru chè a traduzione di st'andatura, fatta da i nostri pulitichi.





25.mandatu da Blaccu Bloccu u 21/01/2009 08:37
34.OOO parsoni di più, è mancu una nàscita ? Umbhè !

26.mandatu da Culomba1 u 13/03/2009 20:50
ùn hè micca ch'ùn ci hè nascite, ma ci sò à pocu pressu 2800 nascite à l'annu è listessa pè i morti! risulatu demugraficu : 0, s'elli ùn ci fussinu i flussi migratorii.

Ma l'INSEE ùn hà ancu analizatu 'ssi 34 000 ghjunghjiticci : una parte sò ritirati d'urigine corsa.




27.mandatu da Carlo u 23/04/2009 13:04
wow...sono italiano, mi interessa la questione corsa, ho letto un po di questi articoli e devo dire che pur non avendo mai letto prima niente di corso...capisco tutto!! Credo proprio che il destino della corsica è l'indipendenza! Quali legami culturali avete con i francesi?? niente!! voi siete di lingua italiana, toscana! Non dico che dovete ritenervi italiani, ma dico che dovete rendervi almeno indipendenti dai francesi che non c'entrano un cazzo con voi! Corsica libera!

28.mandatu da amicu talianu u 24/04/2009 12:55
Caro amico Carlo. Sono italiano anch'io come te. Ho scoperto da poco la bellezza e la ricchezza della cultura e della storia corsa. Purtroppo gli antichi legami con l'italia sono oramai spezzati ma almeno grazie ad internet è possibile comunicare e riscoprirsi a vicenda. Bisogna però farlo con rispetto. Ti consiglio di leggere e visitare siti e forum sulla Corsica scritti e frequentati da corsi. Cerca di porti in atteggiamento recettivo e costruttivo. Non te ne pentirai!

Salute à tutti amichi corsi!

29.mandatu da giulio u 12/06/2009 01:10
riguardo cio' che dicono Carlo e Amicu Talianu, sono abbastanza d'accordo con quest'ultimo anche se per certi versi non ha del tutto torto Carlo. Sono stato in Corsica qualche anno fa ed ho notato che nella costa siete molto francesizzati. nell'interno conservate invece quasi totalmente la vostra cultura e la vostra lingua (come del resto anche nella vicina Sardegna). Capisco la voglia d'indipendenza di molti, ma secondo me è meglio che stiate legati alla Francia .... vi conviene più che con l'Italia ...... poi l'indipendenza ... coi tempi che corrono ...... ciao a tutti.

Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook


L'articuli

Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta