Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

Una bella rapresentazione di a Corsica... in Parma

S'è tù passi pè Parma, ferai una bella scuperta. Sta pittura stunante si trova in a cità di l'Emilia Romagna, nant'à i muri di a bibliuteca d'un munasteru.



Bon d'accordu i nomi ùn sò micca sempre piazzati cum'ellu ci vole. Quand'ella hè stata fatta in u 1573, Google Maps ùn esistia micca. Ma ùn hè bella ?

Per vedela ci vole à andà in a regione di l'Emilia Romagna. Più precisamente in Parma, in u munasteru benedittinu di San Giovanni Evangelista.
Una bella rapresentazione di a Corsica... in Parma

Pudete visità farmacia di u XVu seculu (circate "l'antica "spezieria"). Ma ùn mancata a bellissima bibliuteca di u munasteru. Tutta affrescata, hè un giuiellu di u Rinascimentu. A decurazione hè principiata in u 1573.

Hè stata cumandata da un abate, un certu Stefano Cattaneo di Novara.
Una bella rapresentazione di a Corsica... in Parma

Nant'à i muri ci truverete una splendida rapresentazione di a battaglia di Lepanto.

Ma pisate u nasu. Ci viderete scrizzioni in latinu, grecu, arabu, ebraicu, cirillicu... Piuttostu stranu l'affare !
Una bella rapresentazione di a Corsica... in Parma

Hè quì a làscita di Stefano Cattaneo di Novara. L'abate ci hà lasciatu un messagiu umanistu. Cridia in u diàlogu trà e culture. "Non credeva nella competizione tra culture, nel conflitto. Non si chiudeva nelle sue certezze, era un uomo libero" spiega u grande cutitianu La Repubblica.

Hè discrittu cum'è un abate "ribellu", in cunflittu cun l'autorità chjesale perchè predicava u dialogu trà i cristiani è u mondu musulmanu.

Una bella rapresentazione di a Corsica... in Parma

Frà parechje bellezze, truverete à i muri sta pittura à l'affrescu cusì bella di l'Italia, induve si pò vede a Corsica.
Una bella rapresentazione di a Corsica... in Parma

Eccu una bella ragione di scopre a cità di Parma. Ci n'hè tante altre, l'aviamu scritta face qualchì tempu.

u 3 di Maghju 2019



1.mandatu da Giacomoni u 29/06/2019 14:12
Libru Image de la Corse, 120 cartes de la Corse des origines à 1831, par Franck Cervoni, La Marge édition, 1989. Ci n’hè una di 1575 appena cum’è questa quì.

Da fà casu : L’Argaiola (è micca l’Algaiola), Rivellata (è micca Revellata), Le cinque pieve (è micca e cinque pievi), Diserto (è micca deserto) cunforme à a prununzia.

Laciolo per L’Acciolu o Lacciolu, Tenda à a piazza di Tonda, « Polo por » pè Polo porto o Portu Polu, Rocca piana pè Roccapina, S. S.P.O pè Santo Spirito,

Pietra alta (pè Pietralba, Petralba) Zinatri (pè Cinarca), Falone (pè Sagone), Chiparteno = monti chì partenu, chì spartenu ?

Toano = Tuani, Paludi = Padule.

U Diserto (o Balagna diserta) hè statu cagiunatu da i Ghjenuvesi in u 1459 distrughjendu i lochi di i Niulinchi in u Sia è Filosorma (Falasorma) chì avianu pigliatu pratesa per i signori Leca è per l’Aragunesi.

Luigi G.


Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook



Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta