Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

20 capidopera di Canta u Populu Corsu

Fà u "best of" d'un mitu hè missione impussibule. Da u 1975 à u 1982, Canta sò ottu dischi è più d'un centu di canti, induv'ellu ùn ci hè nunda da mette da cantu. Avemu pruvatu quantunque, pè ramintassi a storia di stu gruppu unicu, chì hè statu un terramotu culturale.



Avete ragiò, riduce a discografia di Canta u Populu Corsu à una vintina di canzone ùn si pò micca fà. Ma ci vulia quantunque à pruvà. Pè rende omagiu à stu gruppu (40 anni quist'annu), pè turnà à scoprelu è per dà a voglia à quelli chì ùn u cunnoscenu micca (o micca bè) di cunnoscelu megliu.

È cum'ella hè difficiule di fà una scelta à mezu à tanti tesori (ottu dischi, più d'un centu di canti), avemu pigliatu a prima epica di Canta u Populu Corsu (da u 1975 à u 1982).

Ben'intesa, avete u dirittu d'ùn esse d'accordu. Tocca à voi di dì u vostru pensà, d'arricchisce st'articulu, di dà una precizione in i cummenti di st'articulu.

1975 : Eri, oghje è dumane

20 capidopera di Canta u Populu Corsu
L'anni 50 è 60 sò quelli di a cultura corsa addurmintata. A Corsica si viota, i paesi si morenu, è i Corsi si vergognanu di ciò ch'elli sò. E paghjelle nant'à a scena sò fischjate, è si cantanu canzone d'influenza napulitana o pseudo-mediterranea. Era a fine di cultura pupulare corsa, eccu l'assimilazione definitiva.

Hè in st'ambianza di fine di u mondu chì u miraculu ghjunghje. A forza di a generazione di u 70 serà di turnà à interessassi à una tradizione chì stava per more.

Di lugliu 1973, Petru Guelfucci invita à Minicale, Ghjuvanpaulu Poletti, Dumenicu Tognotti è Saveriu Valentini in Sermanu u ghjornu di Sant'Alesiu. Averanu a so revelazione. Custì, si cantanu sempre a messa è e paghjelle, si sona di u viulinu o di rivèpula. A cultura hè sempre ricca è viva, ma quelli chì a cunnoscenu cummencianu à esse vechji. Ci vole à racoglie, à arregistrà, à amparà... è ci vole à fà in furia.

Cusì nasce dui anni dopu u discu "Eri oghje è dumane", cù stu nome : "Canta u Populu Corsu", chì hè più un'affirmazione chè u nome d'un gruppu. Una racolta di canti tradiziunali (dui voceri, un lamentu), di pulifunie (una paghjella, un terzettu, un madrigale), di musiche tradiziunali (un quadrigliu, una mazurca di rivèpula).

Frà tutti quessi, avemu sceltu un strattu di chjama è rispondi (I Corsi impinzutiti) cantatu da Poletti è Guelfucci, chì dice :

Hè la Francia scellerata
È la Corsica n'hè schjava
Chì s'ella era cummerciata
Tuttu lu mondu ci stava


Serà sempre d'attualità ?

Avemu sceltu duie creazione di Ghjuvanpaulu Poletti : a pulifunia Corsica Nostra è a Lettera di u mulatteru à u Corsu, si puderia aghjustà L'Alcudina, racolta in Zicavu da Michele Paoli, ma u strattu ùn si trova nant'à internet).




1976 : Libertà

20 capidopera di Canta u Populu Corsu
Segondu discu, un annu dopu à u primu. Sta volta ci sò di più creazioni originali chè opere tradiziunali.

Semu un'annu dop'à Aleria, è stu discu hè assai di più indiatu chè u primu (Arritti, U Culunialistu, A rivolta).

Hè ora di discitassi è Canta arregistreghja dui inni chì sonanu u tempu di a rivolta : Sunatu hè lu cornu è A Palatina.

Hè ciò ch'ellu dinù ci dice Saveriu Valentini cù Suldatu di u populu và cù una puesia tremenda cù "A Muresca" in fondu.

Hè u tempu dinù di a ripressione. Ghjuvanpaulu Poletti cù Lettera di u prigiuneru cumpone una di e più belle canzone corse.



1977 : Canti di a terra è di l'omi

20 capidopera di Canta u Populu Corsu
Canta sorte u so terzu discu in trè anni è ùn si sfiata micca. "Canti di a terra è di l'omi" hè un mischju di tradizione (Michele Paoli canta I Mulatteri d'Ulmetu è Michele Federici U Lamentu di u duttore Battesti) è di creazione.

Si sente infine à Ceccè Buteau in segonda chì hà arricoltu in a tradizione di A Soccia i canti Piscaia è A Merula.

Si trova dinù una canzona per i zitelli : A canzona di u pianu.

Ma u "tube" hè siguramente L'Alta strada, cumposta è scritta da Poletti chì canta a bellezza di a muntagna corsa. L'interpretazione di Carlinu Rocchi di Rusiu ùn hà bisognu di nisun cummentu...



1978 : A Strada di l'avvene

20 capidopera di Canta u Populu Corsu
Si puderà fà megliu chè in u 1978 ? U Sporting ghjunghje in finale di a cuppa d'Auropa è Canta u Populu Corsu esce "A strada di l'avvene".

Poletti hà un'idea di geniu : adattà canzone folk in corsu. Hè u casu di A Strada di l'omu, ripresa d'una canzone di Merle Travis Dark as a dungeon. Si maritanu cusì bè chì nimu pò induvinà ch'ella hè un'adattazione...

Si ritrovanu in stu discu parechji successi : Surella d'Irlanda, L'Eletti, Clandestinu, o À tè pratendu.

A tradizione ùn manca cù I Terzetti di u Piuvanu è a Paghjella di Ponte Novu, adattazione di u versu di I Castiglioni.

Infine A Strage di Bustanicu (di Bartulumeu Dolovici) face riferenza à un evenimentu chì avia marcatu e cuscenze tandu, quandu un legiunariu avia tombu dui pastori bustanichesi, innù u Boziu.





1979 : Chjamu a puesia

20 capidopera di Canta u Populu Corsu
Bon dimmula franca, in Chjamu a puesia ùn ci hè nunda da ghjittà.

Da Mal'Cunsigliu (inspiratu da u rumanzu di Jean-Claude Rogliano) à L'Arietta, passendu pè Quandi a terra move è Amicu ci sì tù, cantatu da Dumè Gallet.

L'Ancura di Misericordia hè in cuncurenza per u titulu di a più bella canzona corsa di tutti i tempi. A fine di a canzona face ribombu, più di trent'anni dopu :

Avà corsu stami à sente
Sta canzone ùn hè finita
Fatti onore à ripiglià
Un pezzu di a to vita
È lampa fora stu latru
À la manu troppu ardita


E puesie di Fusina, a musica di Poletti, what else ? L'Odore di i nostri mesi dinù hè in cumpetizione per u titulu di a più bella canzona corsa dapoi chì a musica esiste.






1979 : Festa Zitellina

20 capidopera di Canta u Populu Corsu
In u 79 Canta esce un discu pè i zitelli. Puesia, sturiette, canzone chì anu marcatu parechje generazioni.

Frà tutte quesse, l'interpretazione magica d'Anna Rocchi nant'à Principellu.

1981 : Théâtre De La Ville (Live)

20 capidopera di Canta u Populu Corsu
Eccu u primu album live di Canta, arregistratu in u 1981 in Parigi. I veri fans di u gruppu cunnoscenu à mente l'annunzi di e canzone fatti da Ceccè Buteau ("un chant de joie !")

In stu discu pienu d'emuzione, in un'epica cumplicata (c'era ancu statu un'alerta à a bomba nanz'à una rapresentazione), una volta di più ùn ci hè nunda da scantà.

Allegria tutt'ognunu a cunnosce.

Guelfucci cù Ghjennaghju (parolle di G. Thiers) è Gallet cù Vogliu scrive u to nome (parolle di GP. Ristori) sò nant'à un'altru pianeta.

Ch'aghjustà di più ?




1982 : C'hè Dinù

Hè l'ultimu discu di Canta, nanz'à a so rinascita chì venerà in u 1993. Marca a fine d'un'epica. E tensioni sò quì, è tempu per i so membri di passà à altr'affari. Si ritrovanu in stu discu influenze nove.

Natale Luciani ci lascia Compañero, successu pianetariu.

Ùn ci hè più piazza per mette videò, ma ùn ci scurdemu dinù di Lettera à Nicoli

Cristofanu Mac Daniel cumpone Citadella da fà (parolle di Fusina, cantatu da Guelfucci). Dop'à quessa, chì si pò fà di megliu ?


Bibliugrafia :
Canta u Populu Corsu, sott'à a direzzione di Francescu Diani, Albiana, 1993.

u 14 di Farraghju 2014
U Webmaestru



1.mandatu da Muntagna fiera u 03/11/2013 20:05
Parole de A Fiaccula Di A Vita:





































U locu di u nostru amore
Intaccatu da l'oppressore
E strade tante vene aperte
Da dissuchjacci forze è arte
Ci avia da tuccà lu spiombu
D'un populu vintu è pò tombu

Fà ch'in la memoria cumuna
Fiaccula ci n'hè sempre una
Quella di u vulè campà
Porta u nome resistenza
Nè falzità nè viulenza
Nunda l'hà pussuta smattà

Steminatore industriatu
À nigacci ancu u passatu
Lestru à carcacci di difetti
À spezzà pensamentu è detti
Ci avia da tuccà lu spiombu
D'un populu vintu è pò tombu

Fà ch'in la memoria cumuna
Fiaccula ci n'hè sempre una
Quella di u vulè campà
Porta u nome resistenza
Nè falzità nè viulenza
Nunda l'hà pussuta smattà

Fà ch'in la memoria cumuna
Fiaccula ci n'hè sempre una
Di u vulessi liberà
Porta u nome indipendenza
Nè falzità nè viulenza
Nunda la puderà smattà,
Nunda la puderà smattà

2.mandatu da puntorossu u 03/11/2013 20:08
spergu chì, un ghjornu, ritruvaremi un gruppu cusì, senza interessu, incù parsonni charismatichi è sopratuttu incù una capacità di creazioni cum'è l'aviani : Ghjuvan paulu Poletti, Natale luciani, Minicale, Cristofanu Mac Daniel.... voci pieni d'emuzioni cum'è quelli di Petru Guelfucci, Filippu Rocchi, Migheli Cacciaguerra, Dumenicu Gallet... è senza sminticassi di quelli chì anu participatu à stu gruppu di legenda : Ceccè Buteau, Migheli Paoli, Mai è Cèccè Pesce, Alanu Nicoli, Eric Gineste è tant'altri....

3.mandatu da babbò u 04/11/2013 14:19
Cume assai corsi aghju avutu a furtuna di vede principià su gruppu di cantadori, e vi possu di chi iss'omi,e done ancu,eranu sopratuttu militanti di a causa corsa, Canta era u porta Bandera di a LLN,e fra elli certi un ne facianu che cantà.
Eranu a voce di a Corsica e hanu fattu trapassà u messaghju naziunalistu al dila di u mare e fruntiere.
Se voce muntagnole,nustrale,putente e dolce,cantavanu a puesia, a rivolta,a sperenza di su Populu Corsu chi bramava ghjusticia e liberta.
Per quessu, amichi di Canta vi vogliu salutà,i vostri nomi firmeranu per u sempre inde u Libronu di a storia di a Corsica.
Fatecci torna sunia a un avvene incatatu.

4.mandatu da anto u 04/11/2013 15:50
Hè un peccatu di vulè sceglie ,un simule munimentu si piglia interu .E po oghje i tempi hannu cambiatu assai ,u c'hè piu u spiritu corsu chi c'éra tandu pè pruva di fa un gruppu chi abbia tantu sucessu .

5.mandatu da babbò u 04/11/2013 16:00
incantatu

6.mandatu da circinelludiguagnenativupèliguagnesusosanguaversatu u 05/11/2013 16:59
iè... bon...! Citadella da fà, d'accordu...! Natale, semu d'accunsentu...
Ma U gruppu, u solu ! i Veri, i Soli, so i Chjami Aghjalesi !!!

7.mandatu da unmercy2b u 05/11/2013 18:40
e cansone di canta un populu corsu so magnificente

8.mandatu da Corsican u 05/11/2013 18:49
E canzone di canta u Populu Corsu sò bella è magnifique !

9.mandatu da Putenza.Turchina! u 05/11/2013 20:42
Un gruppu cusi un si trova micca in tutta a Corsica , e canzone cusi so e pui belle canzone di a Corsica , conta tutta a storia di a Corsica , continueghja cusi e FORZA BASTIA!!!!

10.mandatu da CorsicaPerSempre u 05/11/2013 21:47
Chi belle canzone scritte da Canta, contanu tutta nostra storia e ste conzone so cantate da certe voce simpliciamentu magnifiche! Ch'elli continueghji cusi!

11.mandatu da sempreazezza u 05/11/2013 22:53
Chì belle canzone, c'hè piaccè a sente canzone da nostra lingua. Pruva chì a nostra lingua podè torna esse parlata. Pruva chì u nostru paese ha una storia. Simu corsi, e fieri!



Sempre.azezza!

12.mandatu da cacahouète2b u 05/11/2013 22:57
Chi belle canzone, cantate cun voce magnifiche, a lingua corsa hè bella, e cantata ancu di piu!

13.mandatu da yaya u 06/11/2013 11:05
Lettera à Nicoli per i settant'anni di a liberazione di a Corsica
Duvere di memoria è di trasmissione à e nove generazione.

14.mandatu da puntorossu u 06/11/2013 20:06
pè piacè una cosa.. ùn pruveti micca di cumparà Canta u populu Corsu à d'altri gruppi...

15.mandatu da circinelludiguagnenativupèliguagnesusosanguaversatu u 07/11/2013 15:53
facciu u paragonu comu vogliu eu :)
... È chi Canta ? Quiddu di nanzu o quiddu d'oghji ?
I CHJAAAAAMI !!!

16.mandatu da puntorossu u 17/11/2013 20:26
A sai o chjù, I chjami aghjalesi eranu i "sculari" di Canta u populu Corsu, è à to pritenzioni à ti metti d'accantu.

Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook


L'articuli

Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta