Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

Bon ma allora, chì hè sta "Giustificazione" ?

S'hè parlatu assai di u "ghjuramentu" di l'esecutivu novu di l'assemblea di Corsica. Ma sapete ciò chì hè stu libru ?



Avete vistu sta scena chì hè stata cummentata assai :



S'hè scrittu è intesu appena tuttu è n'importa ch'è, ancu ch'ellu saria statu un libru scrittu da... Pasquale Paoli. Hè dunque forse venutu u mumentu di sapè di ciò ch'ellu si tratta.

L'autore hè Don Gregorio Salvini, prete balaninu (natu in Nesce) chì hà fattu i so studii in Italia, cum'ellu era l'usu tandu.

Hà fattu parte di sti "preti revuluziunarii" chì anu sustenutu a rivolta di i Corsi contr'à Ghjenuva à u XVIIIu seculu.

Perchè i preti ? Perchè tandu eranu i soli à esse struiti è à avè fattu i studii.

Bon ma allora, chì hè sta "Giustificazione" ?

Da leghje : Trois prêtres balanins au coeur de la révolution corse : Erasme Orticoni, Gregorio Salvini, Bonfigliuolo Guelfucci (Alain Piazzola, 2006) da Evelyne Luciani, Louis Belgodere è Dominique Taddei.

In u 1758, Don Gregoriu Salvini scrive dunque a so "Giustificazione della rivoluzione di Corsica" (u nome cumplettu hè : Giustificazione della rivoluzione di Corsica, e della ferma risoluzione presa da' Corsi, di non sottomettersi mai più al dominio di Genova).

U libru hè scrittu in talianu (o piuttostu in tuscanu per esse più precisu). Perchè chì tandu a lingua "alta", quella di u scrittu, di l'atti officiali, di i studii hè u talianu.

A lingua parlata da i Corsi hè u corsu, ma tandu ùn si scrivia micca. E duie lingue campavanu inseme, senza cuncurenza, è ci vulerà à aspettà torna appena per chì i Corsi piglinu cuscenza di a specificità di a so lingua (ma quessa hè un'altra storia).
Bon ma allora, chì hè sta "Giustificazione" ?

U scopu di stu libru hè di cunvince di a leghitimità di a revuluzione corsa à a ghjente putente d’Europa. Custituisce unu di i trè pilastri filosòfichi di i ribelli di Corsica incù :

- U « Disinganno intorno alla Guerra di Corsica » di Giulio Matteo Natali (1736)
- E « Memorie Riguardanti il Re Teodoro » di Sebastianu Costa (1736)
Bon ma allora, chì hè sta "Giustificazione" ?

L’argumenti seranu cuntrastati da un vescu genuvese : Pier Maria Giustiniani ma u discorsu di Salvini serà sustenutu da una terza persona, un corsu : Bonfigliuolo Guelfucci.

Don Gregoriu Salvini cerca di fà a dimustrazione di a tirannia di a pulitica di i Ghjenuvesi in Corsica, chì u so putere ùn hè micca leghjitimu è pessimu pè i Corsi.

Li rimpruvereghja dinù a so destruzzione di a nubiltà corsa. Per Salvini, a leghjitimità hè da u latu di u papa, di i sgiò, è micca da quellu di a rivolta di Sambucucciu chì hà permessu d'impiantà i Ghjenuvesi in l'isula (eh iè, hè cumplessa a storia !)

Salvini face dunque un ritrattu terribile di a Corsica à a so epica : "guvernu di lupi", currottu, crudele, induve i capimachja sò ignuranti, spluttazione culuniale... Face un listinu precisu di parechji abusi di u putere ghjenuvese.

Per ellu a rivuluzione hè dunque normale è ghjustificata, è entre in detagli in l'argumentazione.

Bon ma allora, chì hè sta "Giustificazione" ?

Esiste un'edizione cummentata : Justification de la révolution de Corse : Combattue par les réflexions d'un Génois et défendue par les observations d'un Corse, scritta da Evelyne Luciani è esciuta in'è Albiana in u 2014.

Si pò cunsultà u libru nant'à Google Books

È st'edizione, tradutta da François Piazza esciuta ind'è Alain Piazzola in u 2010.
Bon ma allora, chì hè sta "Giustificazione" ?

Bon ma allora, chì hè sta "Giustificazione" ?

u 22 di Dicembre 2015
Pinnatu



1.mandatu da guaino torna u 22/12/2015 15:18
eccu voilà, da ùn more bufallu, à ringrazià a Piazzetta pè stu travagliu tamantu da insignà u pocu è l'assai à povera ghjente ch'è no simu...

2.mandatu da Unu lettore u 22/12/2015 18:02
Bravu pè issu articulu. Unu picculu sbagliu : l'edizione di Evelyne Luciani ind'è Albiana ùn hè micca bislingua. E po ci hè una differenza trà quella di Luciani (traduce u testu di 1764) è quella di Piazza (chì traduce quellu di 1758, induve ùn si trova chè u discorsu di Salvini è micca quelli di Giustiniani è Guelfucci).

3.mandatu da arnese u 22/12/2015 18:06
spergu ch ellu derà l'idea a certi di studià a storia, e micca di fà sempre i listessi "raccourcis" storichi nanta un epica mitificata (troppu....)

4.mandatu da mammone u 23/12/2015 18:51
A ringraziabi per tutte isse informazioni ...cunsiderèvule !!

5.mandatu da corsicatutchina u 24/12/2015 11:46
Aghju odinatu stu libru nanta Amazon ma mi serà consegnati da qui à 5 o 7 settimane
Forse u stampanu solu quandu hè chiestu

6.mandatu da benetti u 24/12/2015 17:02
A ringraziavvi per stu travaglionu…
Cume sempre quand'ellu si tratta di fatti storichi, a difficulta maio hè di leghje a perioda senza anacrunisimu. Cio chi vo fatte.
Cuntinueti in stu sensu, a Corsica ne ha bisognu par sutene "a rivoluzzioni oghjinca" chi vene d'esce.

Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook


L'articuli

Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta