Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

Halloween vs A Squadra d'Arozza

Site stumagatu da Halloween ? Purtantu, in a tradizione corsa dinù, i morti sò di ritornu di nuvembre...



Halloween vs A Squadra d'Arozza
Iè a sò, site forse stancu d'Halloween. Vi dà l'affanu st'americata, sta festa frestera inventata per facci spende i nostri soldi trà e spese di a rientrata è quelle di Natale. À chì si compra a maschera di Skeletor, à chì quella di Scream. Da per tuttu, "serate Halloween" cù mostri, streghe è fantàsimi sempre più goffi.

Ma purtantu s'è no fidighjemu bè, ci sò ancu e sumiglie cù a tradizione corsa. Prima chì Halloween nanzu di diventà sta cumedia cunsumatrice era una festa cèltica, festighjata in America da l'immigrati irlandesi. Hè un rituale anticu chì simbulizava u passeghju in a stagione di l'inguernu.

Ci vole à dì chì in stu tristu principiu di u mese di nuvembre, quandu u sole si face scarsu, chì a luce diminuisce, chì a natura si ne more è chì a notte hè pagna, hè difficiule di pensà à altre cose ch'è a morte.

In Corsica dunque a festa ùn si chjama micca Halloween, ma I Morti. È attenti chì ancu ind'è noi, quelli chì ùn sò più di stu mondu venenu à rendeci una visita...

L'affare si passa (segondu a tradizione) in a notte di u primu à u dui nuvembre. I morti sò di ritornu in e so anziane case. Allora ci vole à accoglieli bè : l'usu vole ch'ellu ci vole à lascià e porte aperte, u focu incesu è mette appena di manghjusca nant'à u tavulinu. In certi paesi ci vole à mette tazze d'acqua à e finestre. In d'altri lochi si purtava robba da manghjà nant'à e tombe. Cusì, i morti riparteranu felici in l'altru mondu è ùn imbestieranu à nimu per u restu di l'annata. Ma fateci casu, chì s'è vo vi scurdate, i morti anu u putere di fà schjuppà timpeste terribule...

Di più terrificante : accadia di cascà a notte nant'à una prucessione di morti. U so nome : a Squadra d'Arozza (chjamata dinù A Muma). Nunda ch'è a so visione vi ghjaccia u sangue. U spaventu hè tremendu. In più di quessa, i morti vi volenu fà vene cun elli in a so prucessiò. Vi danu una candela, ma ùn a pigliate micca ! Vi renderete contu troppu tardi chì a candela s'hè trasfurmata in bracciu di zitellu... Tandu diventa difficiule di sbarazzassine è site diventatu un mazzeru...

Pè a manghjusca, a tradizione vole chì pè I Morti in Bastia si fia un biscottu particulare, chjamatu salviata (oghje trasfurmatu è sfrancizatu in orrìbile "serviade"). Hè un biscottu in forma di "S" chì era fattu cù a salvia (in francese sauge), pianta sìmbulu d'immurtalità. In altrò si facia u pane o a bastella di i morti.

Allora, puru s'è vo site stufu d'Halloween cù i so mochi, e so zucche è e so facciacce, pensate à lascià appena d'acqua è u frigò apertu. Ùn sò micca cusì gattivi, i nostri morti...

u 3 di Nuvembre 2008
U Sgaiuffu



1.mandatu da GWM u 03/11/2008 10:58
'Halloween' sarebbe a furmulazione strinta di 'All Hallows' eve', a veghja di tutti i Santi. Aghju dinù intesu di chi , a veghja di San Martinu, mi pare, in certi lochi di l'isula, i zitelli immascherati cum'è streghe è altri spavechji, andavanu pè u paese à chere unipochi di dolci, è à quelli rancichi chi un davanu nunda, li lampavanu un ghjastema dicendu à pocu pressu "ch'è v'intressinu i zini in u culu quant'elle ci so petre in u muru"... Sarebbe stata ancu una formula di ringraziamentu ma un la so micca.Si qualchissia ci po dine di più...

2.mandatu da argh ! u 03/11/2008 11:07
pè Sant'Andria u 30 di nuvembre mi pare nò ?

3.mandatu da GWM u 03/11/2008 11:37
iè serà. Sarebbe bè di sapè a formula sana.

4.mandatu da pazzurgu u 03/11/2008 13:43
Ecuu cunuscu sta riturnella, mà l'emu cantata inde la notte di u 31 di dicembre per a birba : i zitelli giranu e case di u paese pè dumanda manghjusca è zuccherie.

A la birba techja techja
ch’ella s’affacca le vechjetta
S’ella un si vole affaccà
carci è pugni li chera

A la casa di u signore
fateci a carità
Pè carezza o pè l’amore
chi la birba ghjunghje avà

per quelli chi danu

Chi vo appiate tante some di vinu
Quantellu ci hè petre in San Gavinu

Chi vo appiate tante some di granu
Quantellu ci hè petre in Sant’ Appianu

per l'altri

Chi vo appiate tante zecche à u culu
Quantellu ci hè petre indè ssu muru

5.mandatu da argh ! u 03/11/2008 22:06
in chi paese o pazzurgu ?

6.mandatu da Blaccu Bloccu u 04/11/2008 10:43
A pricantula di Sant'Andria dici in Gravona:

Sant'Andria Sant'Andria
Chi veni da longa via
È porta una longa schiera in cumpagnia.
Apriti apriti
I me donni puliti
È si vo ùn aprareti
Molti cosi sintareti
Eccu quel'santu...
A porta hè spalancata
Ùn ci deti l'intrata s'è vo ùn vuleti
Ùn semu turchi chi semu cristiani
Battizzati à l'oliu è à lu vinu di la ghjesgia
Di San Martinu di Cutuli Cortichjatu.
Faleti in carciaronu
Piglieti un buttiglionu
Faleti ind'a cantina
Piglieti una sciuppina
Ùn ci deti castagni
Deti ci noci è fichi
Chi avemu li musetti par purtalli
È semu numaruseddi par manghjalli
À l'onori di u patronu
Briunemu tutti insemi
À Viò Viò !...

Par ringraziamentu:
Chi vo abbiati tanti dinari
Quantu eddu ci hè rena in lu mari!

Par ghjastema:
Chi vo abbiati tanti chjirchjoni
Quantu ci hè peli ind'u pilonu!

7.mandatu da ghjuvà u 04/11/2008 11:03
Bell'articulu pè ramentassi di e nostre tradizione.

8.mandatu da ghjanpà u 04/11/2008 11:11
belle ste precantule (o serà una filastrocca piuttostu nò ? una precantula ùn hè micca cum'è una preghera ? ùn a sò...)

ringrazii à blaccu bloccu è à pazzurgu per i so cummenti !

9.mandatu da pazzurgu u 04/11/2008 11:43
salute, so di zalana eccu dui articuli ananta a birba.

birba 1

birba 2

10.mandatu da circinelludiguagn�nativup�liguagnesusosanguaversatu u 04/11/2008 14:36
u cruzinu mi pari d'essa l'ultimu lucali di l'isula 'nduva 'ssi tradizioni quì sò sempri vivi: a Sant'Andria è dinò a notti di i streghi quandu tutt'a pupulazioni sorta tirendu fucilati o fendu trostu cù cazzaroli. Saria pà impidiscia i streghi chi passani sopr'à i paesi di tuccà a tarra duranti u so viaghju verdi Vizzavona 'nduva s'an'a batta tra streghi supranacci è suttanacci... Da nutà ch'in Aiacciu da calchi ani a municipalità urganiseghja un defilè di i ziteddi mascarati pà Sant'Andria dopu chì l'APC l'appia urganizatu in calchi scoli.

11.mandatu da circinelludiguagn�nativup�liguagnesusosanguaversatu u 04/11/2008 18:51
uuuupsu ! "da calchi ANNI", micca "ani"... Ghjè vera chì incullà (pfuuu, décidemment) incullà dunqua, anu è municipalità di Aiacciu saria esageratu, nò ?!

12.mandatu da Cruzinesa u 07/11/2008 21:33
Mi scusa, mà i focchi di i mazzeri ind'è u Cruzinu si passanu ind'è e notte di u 31 di lugliu è di u 1u d'agostu !
Faccemu issi fochi pè conduce i mazzeri fin'à l'Onda. Culà'nsu, i mazzeri supranacci è suttanacci si battenu cù rami di talavelli. Si dice chi, u lindumanu, ci vole fighjulà u sensu di a fume pè sapè quale ha vince a battaglia. I vincitori assicurani longua vita è prusperità à i soi pè l'annu sanu

13.mandatu da circinelludiguagn�nativup�liguagnesusosanguaversatu u 11/11/2008 13:03
iè, hè par quissa ch'aghju pricisatu "a Sant'Andria È dinò a notti di i streghi"...

14.mandatu da Ferrandi u 11/01/2012 10:01
Iss'articulu hè propiu benissimu! un pocu di risa è un pocu di seriu! Eiu socu di Cutuli è Curtichjatu, u 29 di Nuvembri festighjemu à San Prosparu (ancu s'edd'un hè a Saint Prospère nant'à l'almanacu francesu)... A san Proparu hè pà i ziteddi, anc'oghji pruvemu à mantena a tradizioni, cù quit'annu, 23 ziteddi chì anu fatu u giru di u paesi :) E u 30 a Sant'Andria cù l'adulti! I prigantuli sò guasgi i lestessi pà u 29 è u 30! ùn ci voli micca à lascià cori i nostri tradizioni, parchì v'assicuru chì quandu aveti fatu u giru di u paesi guasgi cantendu, `vi ritruveti incù tutti quiddi di u paesi pà sparta l'accoltu, è pà manghjà et biia in un locu bè caldu, hè un sintimu maravigliosu...Aviòviò!!!!

Novu cumentu :