Accueil
Envoyer à un ami
Version imprimable
Partager

Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Sfuglittà l'affissi pulitichi corsi di l'anni 70 à 90 hè scopre un pezzu d'una storia di a Corsica. Tandu sò nate mubilizazione chì anu cambiatu in prufundura a sucetà corsa. Hè un'epica ricca, di cuntestazione, di sperenze cullettive maiò, ma dinù di tensione è di viulenze. Hè un'epica mal cunnisciuta dinù, spessu idealizata è mitificata. Ci avemu travagliatu dapoi trè anni, è semu felici di sparte u prugettu "Guarda fratellu !" cun voi.



3 anni di ricerche, 400 affissi racolti

Vi presentemu quì un prugettu chì dura dapoi guasi trè anni. L'idea hè nata in u 2014 (vale à dì un'eternità tantu ci sò stati cambiamenti pulitichi dapoi). Francescu Diani ci face rigalu di a so cullezzione d'affissi pulitichi chì anu ghjuvatu à illustrà u so libru nant'à Canta u Populu Corsu, esciutu in u 1993.

Nasce allora l'idea di cuntinuvà a racolta d'affissi corsi esciuti da l'anni 70 à 90. Una squadra si crea : perchè ùn si faria micca una mostra è un situ internet per cuntà a storia di st'epica ?

Oghje, ne semu à 400 affissi ricensati è fotografiati. Seranu messi in linea nant'à u situ Guarda fratellu è vi ne presentemu una sessantina à traversu una mostra chì si spassighjerà (da u 7 à u 30 di ghjennaghju à L'Alb'oru in Bastia, da u 16 di ferraghju à u 25 di marzu à a BU di Corti... aspettandu d'altre date è d'altri lochi).

Da u 70 à u 90, una mossa di cuntestazione

Perchè parlà di st'epica ? Perchè l'anni 70 anu vistu nasce un muvimentu di cuntestazione chì hà cambiatu in prufundura a sucetà corsa. Hè stata una brama di cambiamentu, una sperenza maiò.

Hè tandu ch'elle sò nate cusì idee nove : difesa di a lingua corsa, difesa di l'ambiu di pettu à i prugetti di tuttu turisimu, difesa d'una identità percepita cum'è minacciata. A sucetà corsa sana hè tocca da stu soffiu novu. Ùn si pò mancu ammintà a creazione culturale, tantu sò stati numerosi i gruppi di cantu, e rapresentazione teatrale, i libri esciuti. Sò create in ogni locu fiere rurale è l'artigianatu si sviluppa. Si rinforza a rivendicazione pè a creazione di l'università di Corsica, si parla d'ecunumia di pruduzzione.

Tandu l'affissu piglia una piazza essenziale in a cumunicazione (internet ùn esiste micca...) è in a sparghjera di st'idee.
© DR / Ripruduzzioni : Lea Eouzan-Pieri
© DR / Ripruduzzioni : Lea Eouzan-Pieri

Nè glurificazione, nè celebrazione : capisce un'epica di grande mutazione

Bella sigura, un bilanciu di st'epica ferma da fà è ùn hè quì u nostru scopu. Tuccherà à i storichi, à l'universitarii di falla. Parechje idee minuritarie tandu sò oghje cumune à una magiurità di a pupulazione.

È s'ellu si pò pensà chì oghje ci sò state avanzate, ci sò stati dinù dillusioni. I paesi di l'internu sò à l'agunia, e custruzzione cuntinuveghjanu à fiurisce in piaghja, a pratica di a lingua corsa cala, a miseria hè crisciuta di manera tremenda.

U scopu di stu prugettu ùn hè micca d'idealizà, di glurificà o di celebrà qualcosa. Ma di piglià u tempu di riflette è di capisce st'epica chì hè stata forte è piena di sogni (ma dinù di dillusioni) per tutti quelli chì l'anu vissuta. Possa stu prugettu interrugacci nant'à quessa è scopre un'epica in fine di contu mal cunnisciuta.

À l'iniziu, u FRC è l'ARC

In u 1966, nasce u FRC (Front Régionaliste Corse). Situatu à manca (u FRC denunzia u culunialisimu è u liberalisimu ecunomicu), ùn averà mai una basa impurtante di militanti. Ma ghjoca un rollu decisivu in a storia di u naziunalisimu, di u sviluppu di e so idee è di l'elaburazione d'una duttrina regiunalista cù a publicazione in u 1971 di u libru « Main basse sur une île », scrittu da Carlu Santoni è Pasquale Marchetti.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

L'ARC (Action régionaliste corse) nasce in u 1967. Piglia a seguita di u CEDIC (Comité d'étude et de défense des intérêts de la Corse) fundatu trè anni nanzu da Max Simeoni è Paul-Marc Seta. L'ARC rompe cù u FRC ch'ellu trova troppu pulitizatu. Preferisce esse « nè di diritta, nè di manca », mentre chì i militanti di u FRC accusanu l'ARC di « poujadisme corse » è d'accumudassi di l'ecunumia liberale. Subbitu l'ARC piglia a bandera di a lotta contr'à u sottu sviluppu ecunomicu di l'isula è u custatu d'abbandonu. U so discorsu piace. Vene prestu u tempu di i grandi cungressi di l'estate à u Cateraghju (à a famosa sala di « La Clé des chants ») è in Corti induv'ellu si canta « U Culombu » à a fine di i meetings infiarati. In u 1973 l'ARC diventa « Azzione pè a rinascita di a Corsica ». Hè girata a pagina di u regiunalisimu, oramai si parla d'autonomisimu.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

E Ghjurnate Corse di Corti

Nata à u principiu di l'anni 70 à l'iniziativa di Ghjuvanghjacumu Albertini, s'hè chjamata prima « matinata corsa » nanzu di diventà « ghjurnata corsa » è infine « università d'estate ». E « Ghjurnate corse » piccianu focu è cunnoscenu un successu rapidu. Sò organizati dibattiti, corsi di storia è di lingua, mostre, cuncerti. Si torna à scopre una cultura sminticata è si riflette à a Corsica di dumane. Ma e « GCC » portanu dinù qualcosa di novu in a sparghjera di l'idee. Antivisti, l'organizatori creanu un giurnalettu, sviluppanu un merchandising mudernu (e famose magliette « università di Corsica »...), si "delucalizeghjanu" in parechji paesi (76 è 77) è mettenu in piazza ancu un... giurnale televisiu ogni sera ! L'università d'estate compie in u 1977. A lotta si ferà oramai nant'à d'altri terreni. L'università d'estate averanu cuntribuitu assai à a sparghjera di l'idee naziunaliste in a sucetà corsa.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

A difesa di a lingua

Cù a rivendicazione di a creazione di l'università, a difesa di a lingua corsa hè una di e primure di a mossa di u settanta. In u 1971, Ghjuvanbattista Stromboni crea l'associu Scola Corsa. Si dumanda a stesa di a lege Deixonne (hè autorizatu l'insignamentu di e lingue « regiunale » di Francia fora di u corsu, l'alsazianu è u fiammingu). Serà fatta in u 1974.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

L'associu mette in ballu corsi di lingua corsa chì cunnoscenu un grande successu. Sò create parechje sezzione : in Bastia i piunieri sò Carlu Castellani, Ghjuvancarlu Antolini, Ghjuvanni Chiorboli, Francis Beretti. In Parigi sò Dumenicantone Geronimi, Pasquale Marchetti, Rinatu Coti.

In u 1970 nasce dinù l'ADECEC (Association pour le Développement des Etudes Archéologiques, Historiques, linguistiques et Naturalistes du Centre-Est de la Corse) chì face un travagliu di ricerche è di publicazione maiò di libretti è di lessichi. Seranu creati ancu una radio è un museu in u paese di Cervioni.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Ripressione

L'azzione d'Aleria i 21 è 22 d'agostu di u 75 hè un evenimentu maiò di a segonda parte di u XXu seculu. I mezi sprupurziunati mandati da u Statu culpiscenu l'opinione corsa. Si radicalizeghja u muvimentu naziunalistu è u 5 di maghju di u 1976 nasce u FLNC. À cantu à u currente autonomistu ci serà oramai un currente più radicale chì legitimeghja a viulenza clandestina.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Hè u tempu di a ripressione, di i primi prucessi, di i prigiuneri. Hè dinù quellu di a sulidarità chì s'assesta cun l'associu A Riscossa.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Hè dinù u tempu di a viulenza di u Statu. I muvimenti di « barbouzes » rivendicheghjanu azzione contr'à i militanti naziunalisti, messi à palesu cù l'affare Bastelica-Fesch in u 1980.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Cù a vittoria di Mitterrand in u 1981 s'apre un'epica nova. I prigiuneri pulitichi sò annistiati, apre infine l'università di Corsica (prumessa dapoi u 1974). Una parte di u muvimentu naziunalistu avia chjamatu à batte a diritta.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Hè creata l'assemblea di Corsica è si vota una prima volta à l'elezzione in u 1982. Una parte di u muvimentu naziunalistu ci participeghja (l'UPC d'Edmond Simeoni, u PPC di Dumenicu Alfonsi chì ferà lista cumuna cù u MCS di Carlu Santoni à u segondu giru). Micca i sustegni di u FLNC (a CCN : Cunsulta di i cumitati naziunalisti) chì parlanu di « tràppula » di u Statu francese.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Fratture

Ma a situazione ùn hè micca appaciata. L'anni chì venenu dopu sò quelli di a viulenza chì cresce. U statutu particulare di l'82 ùn basta à i sustegni di u FLNC chì si radicalizeghja. Cù l'assassiniu di u militante Guy Orsoni è a so vindetta (1983) una tappa hè francata. Hè tandu ch'ellu nasce l'associu CFR (Corse française et républicaine) chì piglia una grande impurtanza
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

È s'ella si sparte in dui l'opinione publica, si spacca dinù u muvimentu naziunalistu. L'usu di l'impositu rivuluziunariu hè criticatu. L'assassinii in Aiacciu di u cummerciante Schoch (1982) è di dui Tunisiani accusati di trafficu di droga (1986) sò cuntestati da una parte di i militanti naziunalisti.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

E divisione interne sbucceranu nant'à e scissioni di u 1989 (nascita di l'ANC, Accolta naziunale corsa), è u 1990 (creazione di u MPA, Muvimentu per l'Autodeterminazione). Primi segni nanz'à e fratture di l'anni 90.

Micca solu i naziunalisti...

Saria troppu riduttore di parlà unicamente di i naziunalisti cum'è attori di a mossa cuntestataria di l'anni 70 è 80. A mostra st'affissu di u Parti Communiste Français, chì, un tempu, hà fattu sentu a so voce cù i naziunalisti pè cuntestà u guvernu di Giscard è l'opere di i « barbouzes ».

A Ligue Communiste Révolutionnaire hà ancu cunsacratu un affissu à a Corsica

In quant'à i sucialisti corsi, una parte era vicinu di l'idee autonomiste. Ma hè sempre stata difficiule di fà sente a so voce à cantu à i radicali di u MRG.

Eculugia

Nata cù l'affare di e fanghe rosse (1973), a difesa di l'ambiu hè stata una di e primure di a mossa di u Settanta. L'anni 70 sò dinù quelli di i prugetti immobiliari sprupusitati (prugettu di 100.000 letti in A Testa Vintilegna, custruzzione maiò previste in l'Agriate, in a punta di Capicorsu, in Balagna...) è i naziunalisti mettenu in avanti a paura di a « balearizazione » di a Corsica.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Una sucetà in mossa

Purtà un sguardu nant'à l'anni 70 è 80 hè piglià cuscenza di a vitalità di a sucetà corsa. Sò create e fiere è i fucali rurali pè rivittulisce l'internu. Sò creati sindicati di i travagliadori, d'insignanti, di studianti, d'agricultori, di liceani.

È dopu ?

Dop'à l'epica di e sperenze cullettive, eccu quellu di u disincantu. U decenniu chì ghjunghje purterà u so lottu di bughjura è di doli. U 5 di maghju di u 1992 a Corsica hè culpita da a catastrofa di Furiani. Si contanu 18 morti è più di 2000 feriti. Impussibule di spiccà a strage di Furiani da a pulitica. Robert Sozzi, militante di u FLNC, hè tombu perch'ellu avia cuntestatu a direzzione di u muvimentu è criticatu e derive interne. Avia plasticatu e vitture di Jean-François Filippi, presidente di u Sporting Club di Bastia, è merre di diritta di a cumuna di Lucciana,

Un cumitatu di sustegnu hè creatu, è Franck Muzy, u so portavoce serà assassinatu in Bastia. U 28 di ghjennaghju di u 1995, duiemila persone manifestanu in Bastia daretu à un striscione « tumbà à Robert Sozzi è à Franck Muzy ghjè tumbà u populu corsu ».

In listessu tempu, dui blocchi s'anu da affruntà : quellu di a Cuncolta Naziunalista - FLNC storicu è quellu di u MPA - Canale abituale. Principiata u 6 di ferraghju di u 1995 cù l'assassiniu in Aiacciu di Jean-Pierre Leca, a « guerra » ferà una quindecina di morti.

L'ultimu attu serà l'attentatu à a vittura in pienu ghjornu nant'à u Vechju Portu di Bastia, u primu di lugliu di u 1996. « D'una lotta naziunale, n'aveti fattu un spavechju » scriverà Natale Luciani in a canzona Chjaruscuru di Canta u Populu Corsu, esciuta in u 2001.
Un pezzu di storia corsa à traversu l'affissi

Ci vulerà à aspettà u 1999 per l'appacera. In u 1999, l'accordi di Migliacciaru firmati durante l'estate da tredeci organizazione naziunaliste marcanu u principiu di ricunciliazione trà di naziunalisti. À l'iniziativa di u Cumitatu di u Fiumorbu, l'accordi pruibiscenu a viulenza trà d'elli. Hè girata a pagina di l'assassinii ma pesanu u bilanciu di l'anni di piombu.

L'epica presentata quì hè quella di grandi scambiamenti in a sucetà corsa. Hè una storia difficule è bisogna à piglià u tempu per capiscela cun tutta a so cumplessità. S'è no ùn pigliemu u tempu di piantacci una cria, di piglià a distanza necessaria, u risicu hè grande d'idealizà, di mitificà, o di scurdassi di l'episodii i più scuri.

Guarda Fratellu ! hè un prugettu purtatu da l'Associu Lingua Scritta, creatu in u 2008. U so scopu hè di prumove a lingua corsa è editeghja u situ è u trimestriale gratisi A Piazzetta.

U cullettivu chì vi presenta stu prugettu si cumpone di :

Petru Paulu de Casabianca, A Piazzetta
Sarah Defranchi, cuurdinatrice di prugetti Lingua Scritta
Andria Fazi, maestru di cunferenze in scenza pulìtica à l'Università di Corsica
Vannina Bernard-Leoni, autore, fundatrice di a rivista Fora!
Lea Eouzan-Pieri, autore-ritrattatore

Truverete di più infurmazioni è ritratti nant'à u situ guardafratellu.com

Ci hè dinù u contu Twitter, a pagina Facebook è pudete seguitacci dinù nant'à Instagram

Date è lochi di a mostra :
In Bastia à a mediateca L'Alb'Oru da u 7 à u 30 di ghjennaghju.
In Corti à a bibliuteca da u 16 di ferraghju à u 25 di marzu.

© DR / Ripruduzzioni : Lea Eouzan-Pieri


u 5 di Ghjenaghju 2017



1.mandatu da estrimei u 07/01/2017 08:42
belli rigalli che st'affissi chi ci arricordanu u bè e u male , e poche avanzate ma i tanti sforzi fatti da nepochi per fà esce u nostru Paese , a so lingua , u so esse , di st' infernu .

Novu cumentu :


Seguitateci nant'à Facebook


L'articuli

Abbunatevi à a newsletter

Circà nant'à A Piazzetta